menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Parco delle Lavandaie: "Oltre ai rifiuti anche i tossici. E nessuno pulisce"

Taniche vuote lasciate a marcire dietro un cespuglio, rifiuti sul prato e di sera c'è anche chi vaga in cerca dell'angolo giusto per consumare la sua dose di droga. Questa è la descrizione fatta da una nostra lettrice - Roberta Colico - del parco delle "Lavandaie" in strada Quarta

Taniche vuote lasciate a marcire dietro un cespuglio, rifiuti sul prato e di sera c'è anche chi vaga in cerca dell'angolo giusto per consumare la sua dose di droga. Questa è la descrizione fatta da una nostra lettrice - Roberta Colico - del parco delle "Lavandaie", un grande spazio verde che si trova in strada Quarta alle spalle della Cooperativa Bula.

"Appena fuori dal cancello - ci scrive Roberta - ci sono cespugli incolti dietro i quali si buttano taniche vuote, rifiuti, e di sera tossici ci si bucano pure. Mai una volta i giardinieri hanno pensato di pulirci e tagliarli anzi ci girano intorno.....pensare che è un parco dove giocano i bambini. Che squallore!!"

A testimoniare quanto segnalato ci sono le immagini del parco: sul prato o nascoste dai rami secchi di qualche pianta non potata ci sono le solite bottiglie di alcolici che vengono svuotate e poi buttate in giro; appena prima del cancello di ingresso, invece, dietro una grande siepe si vedono taniche di plastica che forse sono state "nascoste" lì quando le foglie del cespuglio le coprivano alla vista dei frequentatori del parco. Il degrado segnalato da Roberta è evidente, ma probabilmente non abbastanza da richiedere un intervento risolutivo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Prenotazioni per chi ha dai 60 ai 64 anni: a Parma 28 mila persone

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    "Interno Verde": alla ricerca dei giardini segreti di Parma

  • Attualità

    Un nuovo pulmino per la Pubblica in nome di Tommy

Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento