menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Inceneritore, la telenovela non è finita: chiesto un nuovo parere legale

Dopo i sigilli al forno di Uguzzolo gli uffici comunali hanno chiesto alla Provincia di chiarire se la Valutazione di impatto ambientale apporvata nel 2008 intendeva ricomprendere il permesso di costruire

Dopo lo stop ai lavori del termovalorizzatore di Parma, deciso il 30 giugno dalla Giunta del comune per presunte irregolarità urbanistiche, oggi la stessa Giunta Vignali ha reso noto di avere richiesto un nuovo parere legale sulla questione. Gli uffici comunali, che avevano motivato il provvedimento di sospensione, hanno inviato una richiesta di chiarimenti al competente Servizio tecnico della Provincia, per conoscere in modo esplicito se la deliberazione provinciale 938 del 2008, che ha approvato la Via (valutazione di impatto ambientale) per il termovalorizzatore, abbia inteso ricomprendere o sostituire il permesso di costruire.

Non convince, infatti, il Servizio legale del Comune, la mancanza nell'iter autorizzativo di questo essenziale passaggio amministrativo, su cui pone l'accento anche l'esposto presentato alla Procura della Repubblica dagli avvocati Allegri e De Angelis. Ma la Giunta, valutando la particolare complessità e delicatezza oltre che rilevanza della questione, ha richiesto un parere legale sul tema affidando l'incarico ad un consulente esterno.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Fidenza Village: aperta una cantina con cucina Signorvino

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Coronavirus, a Parma 176 casi e un decesso

  • Cronaca

    Ritrovato il corpo di Andrea Diobelli

  • Cronaca

    Montagna stregata: altra vittima sul Marmagna

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento