menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Parma per Haiti, donata una macchina per fabbricare le protesi

Giovanni Paolo Bernini, presidente del comitato: "Con il prezioso contributo di associazioni e aziende siamo riusciti a raggiungere questo importante obiettivo per i bambini rimasti feriti durante il terremoto"

A un anno di distanza dal terremoto che ha devastato Haiti, la gara di solidarietà scattata a Parma ha raggiunto il suo obiettivo. Grazie alla generosità delle istituzioni, delle associazioni, delle aziende e dei singoli cittadini, il comitato Parma per Haiti ha l’onore di annunciare che è stata acquistata una sofisticata apparecchiatura medica in grado di fabbricare protesi in materiale plastico per i bambini rimasti mutilati durante il terremoto che ha seminato morte e distruzione sull’isola il 12 gennaio scorso.

La macchina è composta da uno scanner FASTSCAN che prende le misure della parte del corpo sulla quale installare la protesi, da una fresatrice RODIN4D in grado di fabbricare le protesi e dal relativo software di gestione RODIN4D. L’apparecchiatura medica creerà un vero e proprio Centro per le protesi all’interno dell’ospedale pediatrico Nuestros Pequenos Hermanos di Saint Damien, diretto da padre Richard Frechette, che lo scorso 20 maggio si era recato a Parma su invito del comitato per elaborare i dettagli della realizzazione del Centro. La donazione è stata resa possibile dalla collaborazione fra il comitato, la Fondazione Francesca Rava–N.P.H. Italia Onlus e la Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Protezione Civile.

 

Il comitato Parma per Haiti è presieduto dall’assessore Giovanni Paolo Bernini, ed è composto dagli assessori Fabio Fecci (vicepresidente) e Lorenzo Lasagna, dai delegati del sindaco Cecilia Maria Greci e Ferdinando Sandroni, da Barbara Piermarioli (tesoriere), dal presidente di A.N.M.I.C. Alberto Mutti e dal presidente di Parma per gli Altri Ong Pier Luigi Bontempi. Dal 13 febbraio 2010, data ufficiale di presentazione alla città, il comitato ha realizzato venti iniziative – tutte riportate sul sito www.parmaperhaiti.com – a favore della raccolta fondi per l’acquisto dell’apparecchiatura medica. Fra le varie manifestazioni, va ricordata la sfilata di moda di Renato Balestra ospitata al Teatro Regio lo scorso 28 febbraio, la consegna dei fondi raccolti dalla squadra dei Panther Parma (2 aprile), dalla società sportiva Magic Basket Parma (26 aprile) e dal circolo “Ignazio Silone” (3 maggio), il concerto al Ridotto del Regio curato dall’Associazione delle mogli dei medici (10 maggio) e la consegna dell’assegno da parte del Parma Patchwork Club (17 maggio).

Abbiamo il piacere di comunicare alla cittadinanza, alle associazioni e alle aziende che si sono rese disponibili a partecipare a questa gara di solidarietà– afferma l’assessore Giovanni Paolo Bernini, in qualità di presidente del comitato – che il loro prezioso contributo ci ha permesso di raggiungere l’obiettivo prefissato da Parma per Haiti, cioè l’acquisto di un’apparecchiatura in grado di fabbricare le protesi per i bambini di Haiti rimasti feriti durante il terribile terremoto. Questa operazione è stata fatta in collaborazione con la fondazione Francesca Rava-N.P.H. Italia Onlus. Nelle prossime settimane ci recheremo sull’isola per portare a padre Frechette il saluto della cittadinanza e per visitare i piccoli ricoverati nell’ospedale pediatrico”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento