Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca

Parma in uscita dal lockdown dal 26 aprile: riaprono bar e ristoranti

Tutte le ipotesi per i prossimi giorni e le regole per le attività

Sarà il 26 aprile la data simbolo per l'inizio delle riaperture, anche per quanto riguarda il territorio di Parma e provincia. La cabina di regia sulle riaperture dovrebbe tenersi domani, venerdì 16 aprile. Si attendono ovviamente i nuovi dati dell'Iss per prendere decisioni ma non è escluso si stabilisca di allentare sin da subito le misure che prevedono l'Italia in zona rossa e arancione fino a fine mese, ripristinando la zona gialla prima della scadenza - contenuta nell'ultimo dl - del 30 aprile:

Il cronoprogramma delle riaperture del governo Draghi prevede queste tappe:

  • dal 26 aprile, dopo il week end della Liberazione, un decreto legge potrà decidere il ripristino della zona gialla nelle regioni con i numeri migliori dal punto di vista dell'epidemia; 
  • dal primo maggio: ritorno in tutta l'Italia delle zone gialle con ristoranti aperti a pranzo; verso la fine del mese cambierà il coprifuoco e gli esercizi commerciali potranno stare aperti anche di sera;
  • da giugno: insieme agli Europei ci sarà la ripartenza degli spettacoli all'aperto con capienza al 25-30%; a partire da metà mese arriverà la riapertura di palestre e piscine;
  • da settembre: il ritorno graduale alla normalità.

Prende quota l'ipotesi di allentare le misure step by step, offrendo una serie di date obiettivo per le riaperture che consentano agli italiani di "tornare a guardare al futuro", espressione usata più volte dallo stesso presidente del Consiglio. E continua a farsi spazio l'idea - a partire da maggio e sempre dati permettendo - di spostare più avanti le lancette del coprifuoco, portandolo dalle 22 alla mezzanotte così da consentire l'apertura dei ristoranti con tavolini all'aperto.

Si discute, in queste ore, anche su protocolli molto rigidi per l’accesso ai locali chiusi, che potrebbero comprendere anche l’esibizione di test rapidi o certificati vaccinali. Questa soluzione comporterà giocoforza uno spostamento del coprifuoco, dalle 22 (attuali) alle 23,30 o a mezzanotte. 

Riapertura di palestre, piscine, bar e ristoranti: tutte le regole 

Le Regioni definiranno le linee guida da votare nella Conferenza. Per bar, ristoranti, pasticcerie e gelaterie ci saranno misure per rendere sostenibile l'apertura anche in presenza di lievi peggioramenti del quadro epidemiologico, a patto che si svolgano test di screening periodici per il personale non vaccinato. Ai locali si chiederà di far entrare i clienti solo con prenotazione, mantenere i due metri di distanza al chiuso e il metro all'aperto, di consumare al tavolo e di controllare il rispetto dell'obbligo di mascherina per i clienti che non sono seduti. 

Poi ci sono palestre e piscine: qui le regole saranno i due metri di distanza per chi fa attività fisica o 7 metri nelle vasche. Per gli spettacoli si chiederà di rispettare la distanza di un metro e si chiederanno test nelle 48 ore precedenti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parma in uscita dal lockdown dal 26 aprile: riaprono bar e ristoranti

ParmaToday è in caricamento