menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

“Parma, io ci sto!” presenta il 3° Bilancio di Sostenibilità

Il presidente Chiesi: "La pandemia che si è abbattuta sulle nostre vite non ha fermato la nostra tenacia e la nostra volontà di guardare avanti"

“Parma, io ci sto!” ha presentato il bilancio di sostenibilità. In un clima completamente mutato e in divenire, l’Associazione non ha rinunciato a questo importante appuntamento di condivisione e scambio di idee, progetti e visioni per il futuro. Futuro così importante in questo momento delicato e complesso per tutto il Paese.

“La pandemia che si è abbattuta sulle nostre vite non ha fermato la nostra tenacia e la nostra volontà di guardare avanti, per continuare a trasformare, a fare, a creare insieme valore e coesione sociale – ha dichiarato il Presidente dell’Associazione Alessandro Chiesi. - “Parma, io ci sto!” vuole essere, ancor più in questo nuovo contesto, motore reale di un progetto condiviso di sviluppo, in cui la qualità della vita è un valore su cui da sempre puntiamo per incrementare l’attrattività del nostro territorio, risorsa unica e strategica. Insieme a tutti voi, continuiamo e intensifichiamo il nostro operato per costruire modelli e proporre buone pratiche di sviluppo per il territorio e la sua comunità, rinnovando il nostro impegno per affrontare insieme il futuro facendo nostra la promessa scolpita nell’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile di “non lasciare nessuno indietro”. Oggi più che mai è infatti necessario porre tale missione al centro di tutti i piani di sviluppo, pensando alla ripartenza in un’ottica di equità e solidarietà, un’occasione per riscrivere il nostro futuro verso modelli di sviluppo più sostenibili”. 

Il Bilancio di sostenibilità è stata anche l’occasione per presentare Giulia Tella, nuovo Segretario Generale di “Parma, io ci sto!”.  Dal Bilancio emerge che il 2019 ha visto un’ulteriore crescita degli associati a “Parma, io ci sto!” (+15% rispetto allo scorso anno), che oggi sono 129, ed è stato confermato l’impegno concreto che l’Associazione investe per accendere e concretizzare i progetti, con un contributo economico complessivo di oltre 190 mila Euro. È cresciuta anche la visibilità off e online, con un 100% di follower in più su Facebook e +60% di uscite sui media. 

Tra i principali progetti per cui l’Associazione si è spesa, non solo in termini economici con un contributo di oltre 100mila euro (+33% rispetto al 2018), ma anche e soprattutto con contenuti e idee, è Parma Capitale Italiana della Cultura 2020. L’anno scorso “Parma, io ci sto!” ha finanziato l’adesione al Comitato e sostenuto l’evento di lancio “Anteprima Parma 2020” svoltosi a giugno, oltre ad avviare i progetti “Imprese Aperte” e “Imprese Creative-Driven” contenuti nel Dossier di candidatura. L’Associazione è oggi impegnata, insieme al Comitato, nelle riflessioni necessarie a riprogrammare il calendario di eventi e iniziative previsti il prossimo anno. 

Tra gli altri progetti del 2019 anche l’inaugurazione del Laboratorio Food Farm 4.0 a ottobre alla presenza del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Paola De Micheli, il sostegno agli appuntamenti del calendario di Parma City of Gastronomy, da Cibus OFF al Settembre Gastronomico e l’impegno per rendere sempre più forte il Sistema Musicale parmense, che mette a sistema le eccellenze del territorio con l’obiettivo di rafforzarne l’offerta musicale. Ad oggi, le iniziative di maggiore rilievo legate al Sistema Musicale sono Verdi Off, Barezzi Festival e Cittadella Music Festival. 

“Parma, io ci sto!” è anche impegnata in altri due progetti che sono al centro del piano di sviluppo dei prossimi anni, ovvero Orto Botanico e il progetto dei Farm. Il primo mira a trasformare l’attuale struttura in un luogo capace di diffondere cultura e stimolare la partecipazione attiva della cittadinanza, in particolare dei giovani. L’Associazione ha sostenuto e donato la progettazione definitiva dell’Orto, che è in fase di realizzazione da parte dello studio dell’architetto Guido Canali. Il secondo è invece incentrato sulla creazione a Parma di poli d’eccellenza nella formazione, in cui il mondo della scuola incontra quello delle imprese. Attualmente l’Associazione è impegnata su 3 progetti che saranno realizzati nel 2020, ovvero il “Logistics Transport Farm” nel settore trasporti, la “Scuola per tecnici dell’industria molitoria” nel settore agroalimentare e il “Laboratorio territoriale del Distretto del Prosciutto di Parma”. In provincia di Parma, a Fornovo, esiste anche un altro centro d’eccellenza, “Innovation Farm”, per la ricerca e lo sviluppo nel campo della meccanica.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"Giorni della Merla con pioggia, vento e neve"

Attualità

Cane salvato da un metronotte al Campus

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Continua il calo dei contagi: 60 casi e 4 morti

  • Cronaca

    Parma verso la zona gialla

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento