rotate-mobile
Cronaca

Blocco del treno, lancio di petardi e aggressione ad uno steward in occasione di Parma-Reggiana: 26 Daspo agli ultras

Tra i provvedimenti 21 riguardano i tifosi della Reggiana e 5 quelli del Parma: interdizione dagli stadi per un totale di 65 anni 

Il blocco del treno a due chilometri dalla stazione di Parma, il lancio di fumogeni e petardi contro le forze dell'ordine e l'aggressione allo steward del Tardini per tentate di fare entrare anche chi era senza biglietto. Al termine delle indagini la Questura di Parma ha disposto 26 Daspo per i fatti avvenuti il 19 dicembre del 2023, in occasione della partita Parma-Reggiana, nei confronti degli ultras delle due squadre. Ventuno hanno colpito i sostenitori della Reggiana e 5 quelli del Parma. 

A conclusione dell’iter ammnistrativo relativo agli accertamenti successivi agli atti di intemperanza verificatisi il 19 di dicembre scorso in occasione del derby “Parma - Reggiana”, sono stati adottati 26 Daspo, di cui 21 nei confronti di supporters della squadra Reggia a e 5 nei confronti dei tifosi della squadra parmigiana.

In particolare per 18 tifosi reggiani il provvedimento è stato assunto per il tentativo operato dagli stessi di venire a contatto con i tifosi locali, prima dell’inizio della partita con interruzione della corsa del treno mediante l’uso del freno di emergenza a circa 2 chilometri dall’ingresso in stazione
del convoglio ferroviario.

Il tentativo, non andato a buon fine per il tempestivo intervento delle forze dell'ordine, determinava il loro deferimento all’Autorità Giudiziaria per interruzione di pubblico servizio, travisamento, danneggiamento e per accensione di fumogeni e petardi, lanciati anche all’indirizzo delle Forze dell’Ordine. In seguito alle suddette condotte, ritenute pericolose per l’ordine e la sicurezza pubblica, il Questore della Provincia di Parma ha adottato il divieto di accesso ai luoghi dove si disputano manifestazioni sportive, con durata variabile da 1 a 5 anni, secondo della gravità delle condotte e della recidiva di coloro i quali già in passato erano stati raggiunti da analoghi provvedimenti; in tre casi vi è stata l’ulteriore prescrizione dell’obbligo di presentazione all’Autorità di Polizia in concomitanza con gli incontri della Reggiana Calcio, provvedimenti tutti convalidati dall’ Autorità giudiziaria.

Per altri tre tifosi reggiani, due dei quali recidivi e anche qui con l’ulteriore obbligo di presentazione, il provvedimento ha censurato la loro condotta caratterizzata dalla sistematica accensione e lancio di petardi e fumogeni all’interno del rettangolo di gioco durante la partita, che
ha determinato, in più occasioni, la sospensione dell’incontro.

Analoghi provvedimenti, con divieti da 2 a 5 anni, in 3 casi caratterizzati da recidiva e con obbligo di presentazione all’Autorità di P.S., sono stati adottati nei confronti di 5 tifosi parmigiani, resisi responsabili di un’aggressione ai danni di uno steward, all’ingresso del settore curva Nord, che aveva tentato di opporsi al superamento indebito di una separazione, operato dai suddetti tifosi per agevolare l’ingresso di altri, sprovvisti di tagliando. Nella circostanza lo steward veniva attinto da pugni e spintoni che gli procuravano lesioni giudicate guaribili in giorni 7 di prognosi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Blocco del treno, lancio di petardi e aggressione ad uno steward in occasione di Parma-Reggiana: 26 Daspo agli ultras

ParmaToday è in caricamento