menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

ParmaAccoglie: un breve soggiorno nel nostro territorio per gli operatori sanitari

L'iniziativa, che vede coinvolti parecchi attori tra PQR, Federalberghi, Ascom, Comune, prevede un riconoscimento per chi ha combattuto in prima linea

Sono stati momenti difficili quelli trascorsi durante i mesi  della pandemia e medici, infermieri e volontari sono stati impegnati in prima linea nella gestione sanitaria dell’emergenza coronavirus. "Un lavoro estenuante e coraggioso – ha commentato Vittorio Dall’Aglio Presidente Ascom Parma - cui vogliamo rendere omaggio con un’iniziativa speciale dedicata proprio a coloro che sono stati al fianco della Nazione in questi mesi difficili e da cui tutta la comunità ha tratto conforto e motivo di fiducia proprio durante le fasi più critiche". In quest’ottica Federalberghi Parma in collaborazione con Ascom Parma, Consorzio Albergatori Promo Parma, Federazione Italiana Pubblici Esercizi di Parma e Consorzio Parma Quality Restaurant e con il patrocinio del Comune di Parma, hanno realizzato l’iniziativa Parma Accoglie per offrire a medici, infermieri e volontari l’opportunità di un breve soggiorno nel nostro territorio.

"I nostri operatori – ha commentato Emio Incerti, Presidente Federalberghi Parma - hanno sempre saputo dare esempio di calore e accoglienza e ancor di più nei mesi dell’emergenza, nonostante le difficoltà riscontrate nel periodo di chiusura, lo hanno dimostrato mettendo a disposizione sia le camere per i sanitari sia le proprie scorte di "kit accoglienza" per essere vicini a tutti quei pazienti soli che non potevano contare nemmeno sul supporto e la vicinanza dei propri cari. Con questa nuova iniziativa – ha aggiunto Incerti - vogliamo offrire la nostra massima ospitalità a tutti coloro, professionisti e volontari, che si sono messi a disposizione del Paese , con generosità e spirito di servizio. Grazie alla collaborazione di numerosi partner potremo offrire fino a due notti in camera doppia in una struttura ricettiva del territorio nel periodo compreso tra il 1° luglio e il 10 settembre, un modo per ringraziare chi ci ha aiutato e al contempo per rilanciare il turismo del nostro territorio. Veniamo da mesi molto difficili e la situazione, in termini di presenze turistiche, è ancora incerta, crediamo quindi che l’iniziativa possa essere anche un primo atto concreto per ridare fiducia al settore".

"Al pernottamento – ha proseguito Ugo Bertolotti Presidente Fipe Parma – si aggiunge la possibilità di una cena completa in un ristorante del territorio. La nostra Federazione, unitamente al Parma Quality Restaurant si è subito resa disponibile con una decina di rinomati ristoranti che proporranno una cena completa ad un prezzo estremamente agevolato. Anche i nostri operatori non sono nuovi a questo tipo di iniziative e durante i mesi scorsi sono tante le operazioni di solidarietà realizzate dal Parma Quality Restaurant e dal Gruppo Pizzerie che hanno preparato pasti per le strutture e gli operatori sanitari impegnati per fronteggiare l’emergenza". "Si tratta di un’iniziativa che fa bene due volte – ha concluso Cristiano Casa, Assessore al Commercio e al Turismo del Comune di Parma – da una parte a chi si è speso in prima linea nel periodo del lockdown e dall’altra agli operatori che potranno avere in questo modo una boccata d’ossigeno . Come Comune di Parma in particolare regaleremo a coloro che arriveranno grazie a questa iniziativa la Parma Card per vivere a pieno la città e il suo territorio durante la permanenza".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Temporali e piene dei fiumi: allerta rossa nel parmense

Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Attualità

Erogazione gratuita di farmaci in fascia C: ecco come fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento