Parmalat, il tribunale ha deciso: Calisto Tanzi resta in carcere

Il Tribunale di Sorveglianza di Bologna ha negato la scarcerazione: l'ex patron dell'azienda di Collecchio è stato condannato ad 8 anni ed è in via Burla da nove mesi

Calisto Tanzi

Calisto Tanzi, 73 anni ex patron della Parmalat, resta in carcere. E' stato condannato a 8 anni di reclusione e si trova in via Burla da nove mesi e per ora non potrà lasciare la struttura penitenziaria. Lo ha stabilito il tribunale di sorveglianza di Bologna dopo il precedente rinvio della Cassazione l ricorso presentato dalla difesa. Secondo gli avvocati infatti le sue condizioni di salute non sono compatibili con la detenzione.

Per lui, dal giorno dell'ingresso in carcere, è previsto un regime detentivo attenuato, in una cella singola della sezione cosiddetta dei 'minorati fisici', sotto costante monitoraggio delle condizioni di salute. Sono 17 i ricorsi per la scarcerazione presentati dagli avvocati di Tanzi, tutti con esito negativo il 6 marzo ci sarà una nuova udienza.

"Il tribunale di sorveglianza di Bologna, nella prossima udienza fissata per il 6 marzo dovrà tenere conto dell'annullamento disposto dalla Suprema Corte e quindi delle gravi condizioni di salute di Calisto Tanzi. Tali condizioni sono vieppiù aggravate e destano gravissimo allarme nei sanitari che lo hanno in cura". Lo ha dichiarato l'avvocato Giampiero Biancolella difensore dell'ex patron della Parmalat.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"La Corte di Cassazione ha accolto il ricorso presentato dai difensori di Calisto Tanzi - ha aggiunto - annullando la decisione del tribunale di sorveglianza che non aveva tenuto conto del mutamento avvenuto, rispetto al primo originario diniego della detenzione domiciliare, delle aggravate condizioni di salute di Tanzi". Così l'avvocato Biancolella ha detto anche di non poter specificare oltre quali siano i mali di cui soffre Tanzi senza aver ottenuto il consenso preventivo della famiglia dell'ex imprenditore del latte.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, in arrivo un nuovo Dpcm: limitazioni su orari e spostamenti

  • Marito e moglie positivi al Covid escono di casa per aiutare l'amico fermato senza patente: denunciati

  • Coronavirus: verso un lockdown 'morbido' e la chiusura alle 21

  • Smart working allargato, coprifuoco dalle 22 e chiusura palestre: come potrebbero cambiare le regole anche a Parma

  • Pauroso frontale a Castione Baratti: muore una 22enne di Lesignano

  • Torna il volo Parma-Trapani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento