Cronaca

Parmalat. Si dimette il sindaco Roberto Cravero, sospeso dal Tribunale

Dopo la sospensione da parte del Tribunale per la vicenda Lag l'assemblea avrebbe dovuto decidere se confermarlo o sostituirlo. Nella lettera di dimissioni ha difeso il suo operato

Il sindaco di Parmalat, Roberto Cravero, sospeso dal Tribunale di Parma in relazione alla vicenda Lag, ha rassegnato le sue dimissioni, a far data dall'assemblea di venerdì prossimo, dal collegio sindacale del gruppo di Collecchio. Lo si legge in una nota. L'assemblea avrebbe dovuto decidere se confermarlo o sostituirlo.

Nella lettera di dimissioni, pubblicata da Parmalat, Cravero da un lato ha difeso il suo operato e quello del collegio sindacale, "ispirato alla massima professionalità e correttezza, nel pieno rispetto dei compiti, ruoli e funzioni propri dell'organo di controllo" ma dall'altro ha affermato di voler rispettare, nonostante lo giudichi "profondamente ingiusto", "non solo il contenuto, ma anche lo spirito" del provvedimento del Tribunale di Parma.


Con le sue dimissioni Cravero intende "fornire un contributo alla serenità delle dinamiche societarie di Parmalat, oggi interessate da contrapposizioni che certamente ne turbano l'ordinato svolgimento". Il 18 ottobre la Corte d'Appello di Bologna esaminerà il ricorso di Cravero contro il decreto del Tribunale che ha imputato al collegio sindacale in carica all'epoca dell'operazione Lag (gli altri due sindaci Maria Stella Ritcher e Alfredo Malguzzi si sono già dimessi) di essere venuto meno ai suoi doveri di vigilanza, permettendo una serie di gravi irregolarità che hanno svuotato i presidi sulle operazioni con parti correlate.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parmalat. Si dimette il sindaco Roberto Cravero, sospeso dal Tribunale

ParmaToday è in caricamento