Giovedì, 13 Maggio 2021
Cronaca

Parmalat-Lag, Laguardia: "Il Tribunale potrebbe revocare il Cda"

Il provvedimento se i consiglieri avessero gito contro gli interessi del gruppo. "Il Tribunale può tenere conto della relazione del commissario Manaresi e revocare il cda" mentre "il commissario può chiedere l'annullamento dell'operazione Lag".

Se il Tribunale di Parma dovesse ritenere i consiglieri di Parmalat colpevoli di aver agito contro gli interessi della società nell'acquisizione di Lag da Lactalis potrebbe "revocare il cda". Lo ha detto il procuratore capo di Parma, Gerardo Laguardia, interpellato in merito ai possibili sbocchi del procedimento ex art. 2409 del codice civile instaurato dalla procura ducale nei confronti del Cda del gruppo di Collecchio. "Il Tribunale può tenere conto della relazione del commissario Manaresi e revocare il cda" mentre "il commissario può chiedere l'annullamento dell'operazione Lag", ha affermato Laguardia.

Il magistrato ha detto che entro il 10 luglio andranno presentate le deduzioni delle parti alla relazione del commissario che, secondo indiscrezioni non commentate da Parmalat, avrebbe giudicato gonfiato di 280 milioni di dollari (di cui 130 'recuperati' attraverso la rettifica del prezzo decisa a fine maggio). "Noi non produrremo niente - ha detto Laguardia -. Abbiamo già trasmesso la nostra documentazione alla Procura generale di Bologna (dove gli amministratori di Parmalat hanno presentato reclamo contro il decreto del Tribunale che ha nominato Manaresi, ndr). La trasmissione degli atti ha avuto ad oggetto gli scambi di mail interne alla società Parmalat che mettono in evidenza la poca indipendenza degli amministratori della società". Manaresi avrà tempo fino al 9 settembre per replicare alle deduzioni delle parti, Procura e Parmalat, mentre il 25 settembre si terrà in Tribunale l'udienza di discussione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parmalat-Lag, Laguardia: "Il Tribunale potrebbe revocare il Cda"

ParmaToday è in caricamento