menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Parmalat, 2 ore di sciopero a Collecchio: "No ai licenziamenti"

I sindacati Flai-Cgil, Fai Cisl e Uila Uil si mobilitano per contrastare il piano industriale presentato da Lactalis che prevede la chiusura di 3 siti produttivi e 30 esuberi nel parmense

Parmalat, domani, 20 luglio, 2 ore di sciopero nello stabilimento di Collecchio. Ad annunciarlo i sindacati Flai-Cgil, Fai Cisl e Uila Uil, in una nota congiunta. La mobilitazione, in corso in questi giorni, riguarda tutti i lavoratori del gruppo. Dopo l'acquisizione di Lactalis le critiche dei sindacati sono sempre state serrate. "Contro il Piano Industriale fatto di chiusure di stabilimenti e licenziamenti -si legge nella nota- si sta articolando la mobilitazione decisa dal Coordinamento Nazionale. In tutti i siti si stanno tenendo le assemblee e le 2 ore di sciopero. Domani si terranno le due ore di sciopero nello stabilimento di Collecchio.


"Le iniziative sono organizzate in vista dell’incontro di Coordinamento che si terrà il 24 e 25 luglio a Parma e che sarà decisivo rispetto al futuro di Parmalat. E' importante tenere alta l'attenzione anche dell'opinione pubblica, delle istituzioni e dei partiti politici e chiedere compatti che Parmalat presenti un piano industriale adeguato e supportato da veri investimenti a sostegno dei prodotti, dei marchi e del lavoro".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: scuole di Parma e provincia vicino al rischio chiusura

  • Cronaca

    Parma rischia di finire in zona rossa

  • Cronaca

    Firmato il Dpcm: tutte le restrizioni fino a Pasqua

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento