Cronaca

Parmigiana scappa dal marito tunisino: la faceva mangiare nella ciotola del cane

Ha subito violenze ed umiliazioni per anni ma alla fine una ragazza parmigiana di 35 anni è riuscita a fuggire dall'incubo durato anni e si è rivolta all'associazione Stop Femminicidi. Il marito la costringeva ad avere rapporti con altro uomini

Ha subito violenze ed umiliazioni per anni ma alla fine una ragazza parmigiana di 35 anni è riuscita a fuggire dall'incubo durato anni. Il marito, un tunisino di 45 anni, dopo il matrimonio l'ha tenuta in una condizione di sottomissione estrema, costringendola anche a mangiare nella ciotola del cane


Dopo il trasferimento a Tunisi è iniziato l'incubo. Secondo quanto ricostruito dall'associazione Stop Femminicidi alla quale la donna si è rivolta in cerca di aiuto, il marito l'ha costretta in più occasioni ad avere rapporti sessuali con altri uomini e ad ospitare nella loro casa le sue amanti. Una condizione che la donna ha subito per molto tempo ma dalla quale ha avuto il coraggio di uscire. Un turbinio di violenza che ha reso la 35enne non in grado di reagire. Un marito padrone che la soggiogava continuamente e non la lasciava uscire di casa. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parmigiana scappa dal marito tunisino: la faceva mangiare nella ciotola del cane

ParmaToday è in caricamento