Parmigiano pestato a sangue e rapinato in Pilotta: arrestati tre rumeni

I poliziotti della Squadra Mobile hanno portato avanti indagini complesse sulle utenze telefoniche e sono riusciti ad identificare gli autori del pestaggio: presi in Romania

Sono stati arrestati, dopo alcune indagini complesse svolta dai poliziotti della Squadra Mobile di Parma, i tre responsabili della violenta rapina ai danni di un 40enne parmigiano, avvenuta nella notte tra il 4 ed il 5 maggio in Pilotta a Parma. Nel corso della serata infatti l'uomo era stato prima circondato e poi aggredito da tre persone con accento straniero: la scusa per avvicinare la vittima era stata la richiesta dell'orario. Il 40enne era stato aggredito e preso a pugni in faccia: il bottino dei rapinatori il telefono cellulare e una piccola somma di denaro che il parmigiano aveva all'interno del portafoglio. La vittima aveva riportato la frattura bilaterale della mandibola, la frattura scomposta dell’omero e di un dito e delle contusioni multiple su tutto il corpo.

Le indagini della Squadra Mobile sono partite da subito: visto l'orario e la pioggia battente non c'erano testimoni. Le immagini di alcune telecamere della zona riprendevano i volti dei tre aggressori che però erano del tutto sconosciuti. Le attività di intercettazione sul telefono della vittima, rubato dai malviventi, hanno portato ad alcuni risultati significativi. Prima di liberarsene i rapinatori avevano infatti inviato, da quel cellulare ma con una sim rumena, alcuni messaggi a tre utenze telefoniche, probabilemente quelle dei rapinatori. Gli investigatori sono riusciti a ricostruire, in modo certosino, il traffico telefonico in zona dopo la rapina: le tre utenze telefoniche avevano agganciato le celle della stazione centrale di Milano.

A partire da queste informazioni e attraverso la consultazione della Banca Dati si è proceduto ad una verifica dei cittadini rumeni controllati a Milano nei primi giorni di maggio e, da una cernita delle foto segnaletiche, sono stati individuate tre persone che erano state controllate in corso Buenos Aires e condotte in Questura dagli Agenti del Commissariato “Lambrate” nel pomeriggio del 5 maggio. I tre sono stati identificati in H.L.V. di 34 anni, M.D.I. di 28 anni e T.N.G. di 28 anni: le loro foto sono state confrontate con le immagini riprese dalla telecamere. Il 40enne parmigiano ha poi riconosciuto i tre responsabili dell'aggressione proprio nei tre uomini fermati a Milano. Il Pm Daniela Nunno ha emesso l'ordinanza di custodia cautelare in carcere: è stato emesso il Mandato d'Arresto Europeo, visto che i tre erano irreperibili sul territorio nazionale. Due dei tre, M.D.I. e T.N.G. sono stati raggiunti dal provvedimento all'interno di un carcere rumeno mentre H.L.V. è stato rintracciato dalla polizia rumena ed arrestato. Sono in corso le pratiche per l'estradizione. 

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm di Natale, scatta lo stop ai viaggi: ecco quando ci sarà il divieto di spostamento

  • Covid: Parma zona gialla da domenica 6 dicembre

  • Ferie blindate: niente vacanze in montagna e divieto di spostamento fuori regione per i parmigiani

  • Nuova ordinanza: Parma resta arancione, negozi aperti la domenica

  • Verso il lockdown di Natale: coprifuoco e stop agli spostamenti tra regioni

  • Covid, oggi si decide: Parma potrebbe tornare in zona gialla

Torna su
ParmaToday è in caricamento