Partigiani violenti e stupratori, i Viola: "Fermate i fascisti di Casapound"

"I fascisti del Terzo Millennio", così amano definirsi gli aderenti a Casapound, hanno diffuso una fanzine davanti alle scuole di Parma in cui vengono attaccati i partigiani e i valori della Resistenza

Foto dalla pagina fanzine di facebook di Casapound

Casapound di Parma attacca i partigiani definendoli come dei "bastardi, violenti e stupratori". L'organizzazione, che si definisce "dei fascisti del Terzo Millennio", ha distribuito davanti alle scuole una sorta di giornalino in cui vengono attaccati duramente i partigiani dell'Anpi. In una delle pagine c'é la foto, di spalle, di un partigiano con il fazzoletto dell'Anpi accompagnata dalla didascalia: "La dignità della morte affrontata col sorriso sulle labbra da una gioventù che non ha tradito contro il ghigno di un vecchio bastardo, bombardamenti indiscriminati, raffiche di mitra, stupri e violenze: altro che Resistenza!".

IL POPOLO VIOLA
L'episodio avvenuto stamattina davanti a molte scuole di Parma ad opera dei sedicenti fascisti di Casa Pound ha dell'incredibile e dello sconcertante. Bisogna assolutamente fermare questo assurdo revisionismo su temi e su valori fondanti la nostra democrazia. Parma, città medaglia d'oro per la Resistenza e città delle gloriose Barricate del '22, non può accettare una simile offesa; non si possono mettere in discussione la storia e gli ideali di giustizia, libertà e solidarietà che hanno portato così tanti ragazzi a donare la loro vita per le nostre generazioni. Ci chiediamo come sia possibile che, nonostante l'art. XII delle norme transitorie della Costituzione Italiana, si debba ancora dover sopportare aggressioni così vili e indecenti ai principi fondanti la nostra Repubblica Italiana!
Noi tutti siamo solidali e vicini a tutti i partigiani, gli iscritti all'ANPI e a tutte le associazioni partigiane e, insieme a tutti gli antifascisti, ribadiamo fermamente che a Parma non ci deve essere posto per i fascisti (neanche se si travestono da "terzo millennio") e chiediamo alle istituzioni che vengano fermati al più presto in virtù della sopracitata norma della Costituzione Italiana.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

SANTAGATA (PD)
Il gesto viene aspramente criticato da Giulio Santagata (Pd): "Faccio fatica a confrontarmi con Casapound - commenta - ma i cittadini di Parma conoscono bene il valore della democrazia e sanno che la nostra è nata grazie alla Resistenza e anche grazie al contributo di sangue di tanti giovani morti per gli ideali di libertà". "Continuare a guardare al passato con logiche negazioniste e di rottura - aggiunge - non aiuta certo, specie in un momento come questo, in cui il Paese avrebbe bisogno di ritrovare quei valori che furono a fondamento di quella fase".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, un nuovo Decreto tra domenica e lunedì: chiusura alle 22 e lockdown nel week end

  • Coronavirus: chiusure generalizzate e coprifuoco alle 22

  • Covid: da lunedì 19 ottobre a Parma al via i test gratuiti nelle farmacie

  • A Parma vietate le feste e lo sport amatoriale: mascherina in casa con i non conviventi

  • Smart working allargato, coprifuoco dalle 22 e chiusura palestre: come potrebbero cambiare le regole anche a Parma

  • Parma, quattro giocatori positivi al coronavirus

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento