Corruzione e sanità: l'imprenditore Giuseppe Vannucci in Procura

Interrogatori per l'inchiesta Pasimafi: l'Ad della società AppMed è arrivato alle 12 di venerdì 12 maggio per essere ascoltato dal Gip Maria Cristina Sarli

Giuseppe Vannucci, l'imprenditore farmaceutico e amministratore delegato della società Appmed, arrestato nell'ambito della maxi inchiesta Pasimafi, il terremoto che ha scosso il mondo sanitatrio ed universitario parmigiano e non solo, si è presentato presso la Procura della Repubblica di Parma poco dopo mezzogiorno. Dovrà rispondere alle domande del Gip Maria Cristina Sarli: come gli altri arrestati è accusato di associazione a delinquere finalizzat alla corruzione. Vannucci si è presentato con il suo legale e non ha rilasciato nessuna dichiarazione ai giornalisti presenti. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz contro gli assembramenti: chiuso un locale in via Emilio Lepido

  • Calabria, Pizzarotti sullo spot che attacca il Nord: "Non dirò mai venite a Parma paragonandola ad altre città"

  • Trovato il corpo del 18enne parmigiano annegato in mare

  • Affittano una casa al mare ma la trovano occupata: coppia di Felino truffata via internet

  • Coronavirus, a Parma otto nuovi casi: nessun decesso in tutta la regione

  • Maxi evasione dell'Iva: la Finanza sequestra 12 milioni di euro a due cooperative del gruppo Taddei

Torna su
ParmaToday è in caricamento