Pasimafi, Massimo Allegri torna in libertà

Il Gip ha deciso di revocare gli arresti domiciliari al medico anestesista, considerato il braccio destro di Guido Fanelli

Allegri tra gli avvocati Dalla Sala e Sanson

Massimo Allegri, il medico anestesista, considerato il braccio destro di Guido Fanelli è tornato in libertà dopo 27 giorni di arresti domiciliari. La richiesta di revoca del provvedimento infatti, avanzata dall'avvocato Paolo Dalla Sala, è stata accettata dal Gip Maria Cristina Sarli, che ha ritenuto che, nonostante la conferma del quadro indiziario, siano venute meno le esigenze cautelari: sono caduti quindi sia il rischi di reiterazione del reato che quello di inquinamento delle prove. Massimo Allegri è stato sospeso subito dopo l'arresto sia dall'Azienda Ospedaliera sia dall'Università di Parma. Allegri è indagato per abuso d'ufficio per il passaggio come ricercatore da Pavia a Parma: secondo l'accusa il regolamento del bando sarebbe stato costruito ad hoc, con la collaborazione anche del Rettore Loris Borghi, che poi si è dimesso per la vicenda. Ma il medico è anche accusato di associazione a deliquere poichè avrebbe ricevuto 6 mila euro dall'azienda Angelini: Massimo Allegri ha parlato per tre volte in Procura, chiarendo la sua posizione. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Choc a Bedonia, lite per un muretto: 63enne uccide il vicino di casa 70enne fracassandogli il cranio

  • Nuova ordinanza: dal 26 giugno i posti a sedere su bus e treni possono essere occupati al 100%

  • Paura a Cangelasio: esplosione ed incendio in un fienile e un'abitazione

  • Calabria, Pizzarotti sullo spot che attacca il Nord: "Non dirò mai venite a Parma paragonandola ad altre città"

  • Maxi evasione dell'Iva: la Finanza sequestra 12 milioni di euro a due cooperative del gruppo Taddei

  • Ospedale Maggiore: nessun paziente Covid in terapia intensiva

Torna su
ParmaToday è in caricamento