Pasimafi, l'indagine prosegue: perquisizione dei Nas nella palazzina della direzione sanitaria

La maxi inchiesta non si ferma: acquisiti documenti cartacei ed informatici. Il 'sistema Fanelli', secondo gli inquirenti, avrebbe fruttato un tesoretto di un milione di euro

La maxi indagine portata avanti dai Nas di Parma sulla corruzione che, secondo l'accusa, sarebbe stata portata avanti da alcuni medici e da alcuni imprenditori farmaceutici prosegue. Dopo il blitz con i 16 arresti e le altre 56 persone indagate si sono svolti alcuni interrogatori e non tutti sono stati zitti: nei colloqui sarebbero state fatte alcune rivelazioni che gli inquirenti vogliono verificare. E per verificarle hanno bisogno di acquisire documentazione: ieri mattina si è svolta una perquisizione dei Nas all'interno della palazzina di via dei Mercati che ospita la direzione sanitaria: i dettagli sul lavoro d'indagine non trapelano ma è stata sicuramente acquisita documentazione informatica e cartacea: così gli inquirenti cercano riscontri per un'indagine che potrebbe rivelare altre sorprese. Il 'sistema Fanelli' si sarebbe esteso a macchia d'olio e si sarebbe standardizzato: un modo di agire che, secondo l'accusa, avrebbe portato il luminare della terapia del dolore ad un tesoretto di qualcosa come un milione di euro almeno, tutti soldi ottenuti in seguito a presunti favori fatti alle Case farmaceutiche. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Bedonia, precipita con l'auto nel Taro: muore 20enne

  • Terrore a Fidenza: rogo a bordo dell'autobus pieno di studenti

  • Panico in via Newton, fiamme nella scuola: evacuati gli studenti

  • Tra mercatini di Natale, teatri, concerti e vin brulè: ricchissimo week end di dicembre

  • Fallisce la Sebiplast: al via i licenziamenti collettivi

  • Blitz in casa di un commerciante 46enne: in cantina 23 chili di hashish nascosti tra le bottiglie di vino

Torna su
ParmaToday è in caricamento