Cronaca

Pasqua in zona rossa, tutti a casa ma si può andare all'estero per turismo

Rivolta degli albergatori: "Il sistema dell’ospitalità è fermo da mesi: autorizzare i viaggi in Italia a persone vaccinate e con tampone negativo"

Barriera Repubblica foto: Anna Allegro

Sembra incredibile ma è così. Le nuove norme introdotte dal governo Draghi non consentono di uscire dal proprio comune ma consentono, invece, di recarsi all'estero - in molti Paesi - per turismo in occasione delle vacanze pasquali. Questa situazione sta creando numerose polemiche, da parte soprattutto delle associazioni di categoria. 

"Gli alberghi e tutto il sistema dell’ospitalità italiana sono fermi da mesi, a causa del divieto di spostarsi da una regione all’altra. Non comprendiamo come sia possibile autorizzare i viaggi oltre confine e invece impedire quelli in Italia". Questo il commento di Bernabò Bocca, presidente di Federalberghi alla notizia delle nuove regole che sanciscono il via libera alle vacanze pasquali all’estero. 

“Se è vero come è vero che le persone vaccinate o con tampone negativo sono a basso rischio di contagio allora questa logica deve essere applicata anche ai viaggi in Italia, così come alla possibilità di frequentare terme, impianti di risalita, riunioni, congressi e manifestazioni fieristiche”.

Per recarsi all'estero sarà possibile, quindi, effettuare gli spostamenti dal proprio comune fino all'aeroporto di partenza. I cittadini, che non possono uscire dal Comune, possono invece può invece andare in tanti Paesi esteri tra i quali: Malta, Montecarlo, Olanda, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Svezia, Ungheria, Islanda, Norvegia, Svizzera, Belgio, Bulgaria Cipro, Croazia, Danimarca, Francia. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pasqua in zona rossa, tutti a casa ma si può andare all'estero per turismo

ParmaToday è in caricamento