menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Patto di stabilità, mozioni del Pd. Pizzarotti: "Battaglia per la nostra città"

Il sindaco di Parma sostiene le mozioni presentate dal Pd alla Camera e al Senato e firmate dai parlamentari di Parma Patrizia Maestri e Giorgio Pagliari. "Io stesso mi sono speso, plaudo e sostengo la mozione"

Patto di stabilità. Il sindaco di Parma sostiene le mozioni presentate dal Pd alla Camera e al Senato e firmate dai parlamentari di Parma Patrizia Maestri e Giorgio Pagliari. Il sindaco ha inviato una lettera ai due esponenti del Partito Democratico.

LE MOZIONI DEL PD. Venerdì scorso i due parlamentari del Pd hanno scritto ai 46 Sindaci del parmense e al Commissario che regge Salsomaggiore, per divulgare una importante mozione da loro sostenuta e firmata, che impegna il Governo ad allentare la morsa del patto di stabilità interno, causa principale del tracollo degli investimenti pubblici negli ultimi 5 anni. In un lustro la spesa dei Sindaci a favore dei cittadini e delle imprese è diminuita del 23%, mentre, per assurdo, si è creato un accumulo nelle loro casse di circa 13 miliardi di euro.

La lettera ai Sindaci di Parma e provincia nasce "dalla necessità che sentiamo forte di collegare il lavoro parlamentare alle esigenze e al confronto col parmense e chi lo amministra", hanno scritto Maestri e Pagliari. Presentata dal Pd in entrambi i rami del Parlamento, la mozione dedica molta attenzione anche ai piccoli Comuni tra i 1.000 e i 5.000 abitanti, tipologia largamente presente nel parmense, specie in zona Appenninica e nella Bassa. Per loro si chiede l'esclusione immediata dal Patto.

Per tutti gli altri Comuni, invece, la mozione invita all'adozione "urgente", di due provvedimenti vitali per gli Enti Locali: "Consentire di utilizzare le risorse a disposizione dei Comuni per procedere immediatamente al pagamento dei debiti pregressi nei confronti delle imprese" e permettere "una equilibrata politica di investimenti pubblici, rendendo così più flessibile il patto di stabilità interno".

LA LETTERA DI PIZZAROTTI. "Cari Onorevoli, innanzitutto tengo a ringraziarVi sentitamente per il Vostro impegno -esordisce il sindaco Federico Pizzarotti- affînche' in Parlamento sia posta giusta attenzione ad un argomento in questo momento cruciale come il Patto di Stabilità Interno. Per i Comuni italiani una risposta efficace alla crisi finanziaria equivale ad una maggior flessibilità nei pagamenti dei debiti verso le imprese. Anche nel nostro specifico, infatti, nonostante nel 2012 il Comune di Parma sia riuscito ad effettuare pagamenti per circa 80 milioni di euro, dando così respiro alle aziende locali, ai loro lavoratori, ed immettendo nuovo denaro nel circuito dello sviluppo economico, ancora molte imprese risultano penalizzate e rischiano di essere costrette alla chiusura.

Se lo Stato non ci permetterà di far fronte a questa vera e propria emergenza sociale. non potremo più garantire nessun tipo di stabilità economica alle realtà produttive del territorio. Per queste ragioni considero la battaglia che state sostenendo in Parlamento anche una battaglia per la nostra città, e per la quale per primo io stesso mi sono speso. Non più tardi di due settimane fa, assieme ai colleghi Sindaci italiani, abbiamo infatti portato all'attenzione del Governo queste drammatiche criticità. Plaudo dunque e sostengo con forza la Vostra mozione, e sono convinto che un atto così responsabile possa costituire il segnale di un rapporto di collaborazione più che mai necessario tra il Sindaco e Voi, che in Parlamento rappresentate il territorio di Parma: un rapporto che possa favorire il passaggio ad una nuova e risolutiva fase di sviluppo economico.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Giro passa da Parma: ecco le tappe e gli orari

Attualità

L'11 Maggio passa il Giro

Salute

Che cos'è e come combattere la ritenzione idrica

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Coronavirus, a Parma 43 casi e un decesso

  • Cronaca

    Il piano di Patrick: voleva uccidere anche Maria Teresa

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento