Pazienti contagiati dall'epatite C in dialisi: la Procura apre un fascicolo

Quattro persone hanno contratto il virus all'Ospedale di Borgotaro: indagini in corso

La Procura di Parma vuole vederci chiaro e sul caso delle quattro persone contagiate dal virus dell'epatite C all'Ospedale di Borgotaro, ha aperto un fascicolo di indagine. I quattro pazienti hanno contratto il virus nel mese di agosto ma solo dopo un incontro pubblico durante il quale uno dei pazienti ha dichiarato di aver contratto l'epatite durante le sedute di dialisi, la notizia è stata resa nota pubblicamente. Qualche giorno fa L'Ausl aveva diramato una nota in cui rassicurava e dichiarava che la situazione era sotto controllo. Ora la Procura effettuerà approfondimenti per capire se tutto sia stato svolto in modo corretto, dal rispetto della procedura al buon funzionamento degli strumenti: un'indagine per capire come si sono svolti i fatti ed accertare eventuali responsabilità. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo decreto: ecco tutte le regole in vigore a Parma da domani

  • Pauroso frontale a Castione Baratti: muore una 22enne di Lesignano

  • Nuovo Dpcm in arrivo: cosa cambia a Parma e provincia

  • Covid: verso un nuovo Dpcm per il lockdown?

  • Verso un lockdown soft dal 9 novembre?

  • Coronavirus: verso un lockdown 'morbido' e la chiusura alle 21

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento