Borgotaro, perseguita la collega e fa passare il compagno per un pusher

Un 31enne è stato condannato a sei mesi (pena sospesa) per stalking. Oltre a tempestare la donna con migliaia di telefonate e sms offensivi, aveva diffuso il cellulare del compagno tra i tossici della zona

Stalking

Ha patteggiato 6 mesi (pena sospesa) il 31enne di Borgotaro condannato per stalking ai danni di una collega di lavoro di 40 anni. Migliaia di telefonate, bigliettini, fiori sul cofano dell'auto, ma anche sms offensivi tra agosto 2009 e ottobre 2010. Poi l'uomo se l'è presa con il compagno della collega, diffondendo il suo numero di cellulare tra i tossici della zona per farlo passare come pusher e metterlo nei guai con la polizia. Il comportamento persecutorio ha portato alla denuncia ai carabinieri da parte della coppia e le forze dell'ordine sono risalite in poco tempo all'identità del compagno di lavoro geloso e ossessionato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, un nuovo Decreto tra domenica e lunedì: chiusura alle 22 e lockdown nel week end

  • Coronavirus: chiusure generalizzate e coprifuoco alle 22

  • Covid: da lunedì 19 ottobre a Parma al via i test gratuiti nelle farmacie

  • Smart working allargato, coprifuoco dalle 22 e chiusura palestre: come potrebbero cambiare le regole anche a Parma

  • Parma, quattro giocatori positivi al coronavirus

  • Allerta terapie intensive: a Parma rischio alto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento