menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lavoratori del Comune, i sindacati: "Un brutto inizio, signor sindaco"

Le organizzazioni sindacali del pubblico impiego Fp Cgil, Fp Cisl e Uil Fpl criticano i primi passi di Pizzarotti nella gestione del personale: "Operazioni incomprensibili, assunzioni nelle società partecipate"

Prime prese di posizione dei sindacati sulla gestione del personale del Comune di Parma. "Fp Cgil, Fp Cisl e Uil Fpl di Parma-si legge in una nota congiunta- denunciano un inizio negativo nella gestione del personale del Comune di Parma. Si aspettavano infatti un cambio di passo e una discontinuità con l'Amministrazione precedente, mentre debbono prendere atto che le scelte che stanno avvenendo in materia di personale sono in continuità con la passata gestione".

"Negli stessi giorni in cui il Governo lancia la spending review e si pensa di operare pesanti tagli al personale e il totale blocco delle assunzioni, a Parma si assiste ad operazioni incomprensibili, con assunzioni nelle società partecipate - Parma Infrastrutture Spa in primis – e nomine art. 90 D.lgs 267\00 chiamate fiduciarie della politica in Comune. Si auspicava che, visto il priincipio di trasparenza cui il Sindaco ha voluto informare il nuovo corso dell’Amministrazione comunale non ci verificassero più assunzioni fiduciarie. Assunzioni che avvengono in settori come lo sport, mentre i servizi sociali non hanno il personale per garantire la continuità nei poli e si lavora in emergenza e in straordinario per carenza di organici".

"FP CGIL, FP CISL e UIL FPL hanno chiesto un incontro all'Amministrazione comunale per sottoscrivere un accordo come è stato fatto in tanti luoghi di lavoro per devolvere risorse per le zone terremotate dell'Emilia, per parlare di dotazione organica e definizione della Macro struttura Comunale, ma ad oggi non è pervenuta nessuna risposta. Il Sindaco ha ritenuto di mantenere la delega al personale; le Organizzazioni Sindacali di categoria gli chiedono di battere un colpo, perché non intendono assistere in silenzio a operazioni di svuotamento di funzioni del Comune".


"Le organizzazioni unitarie di categoria chiedono infine che vengano riattivate normali relazioni sindacali con la nomina della delegazione trattante di parte pubblica e un impegno ad un confronto sistematico sui temi dell'organizzazione del lavoro. Diversamente si vedranno costrette a mettere in campo tutte le azioni necessarie a tutelare i lavoratori del Comune. Sauro Salati per FP CGIL, Annalisa Albertazzi per FP CISL e Gerry Ferrara per UIL FPL auspicano che il Sindaco non consideri il problema dei dipendenti comunali come un tema di serie B da poter essere dimenticato e che decida finalmente di avviare un confronto costruttivo".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Prenotazioni per chi ha dai 60 ai 64 anni: a Parma 28 mila persone

Attualità

Prosegue la campagna vaccinale: a Parma quasi 174 mila dosi

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid, 62 nuovi casi e due morti

  • Attualità

    Prenotazioni per chi ha dai 60 ai 64 anni: a Parma 28 mila persone

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Un nuovo pulmino per la Pubblica in nome di Tommy

  • Attualità

    Mercateinfiera rinnova l'appuntamento ad ottobre 2021

  • Cronaca

    Il Giro d'Italia passa da Parma

  • Attualità

    Meteo: ecco che tempo farà nel week end del 1° Maggio

Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento