Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca

Pesci, la Procura chiede il giudizio immediato: "Le prove sono evidenti"

L'imprenditore Federico Pesci e Wilson Ndu Aniyem sono accusati di violenza sessuale e lesioni aggravate per il presunto stupro di una 21enne

"Le prove sono evidenti". E' questo il giudizio della Procura della Repubblica di Parma sul caso di presunto stupro che vede coinvolti l'imprenditore Federico Pesci e il nigeriano Wilson Ndu Aniyem, accusati di violenza sessuale e lesioni aggravate per aver abusato di una ragazza di 21 anni. Il Pm Andrea Bianchi ha chiesto il giudizio immediato: ciò vuol dire che non ci sarà nessuna udienza preliminare. Il Gip Sara Micucci dovrà dare, nei prossimi giorni, il via libera alla richiesta. Le accuse nei confronti dei due uomini non sono cambiate: dopo due settimane di carcere Federico Pesci è stato messo agli arresti domiciliari, dove si trova attualmente. Aniyem invece si trova ancora in carcere, dove è entrato il 30 agosto. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pesci, la Procura chiede il giudizio immediato: "Le prove sono evidenti"

ParmaToday è in caricamento