Via Burla, presunti pestaggi in carcere: otto indagati dopo la denuncia di Rachid

Sono otto gli indagati nell'ambito dell'indagini sui presunti pestaggi che sarebbero avvenuto all'interno del carcere di massima sicurezza di Parma denunciati dal detenuto Rachid Assarad che era riuscito a registrare alcuni dialoghi tra gli agenti di Polizia Penitenziaria

Sono otto gli indagati nell'ambito dell'indagini sui presunti pestaggi che sarebbero avvenuto all'interno del carcere di massima sicurezza di Parma denunciati dal detenuto Rachid Assarad che era riuscito a registrare alcuni dialoghi tra gli agenti di Polizia Penitenziaria. Il documento era stato reso nota in esclusiva dall'Espresso. Il giornalista Giovanni Tizian ha reso noto che i file di quella registrazione sarebbero finiti sulla scrivania del Sostituto Procuratore di Parma Emanuela Podda. Ci sarebbero quindi otto indagati per calunnia e lesioni, falso e abuso dei metodi di correzione o di disciplina. Sarebbero interessati alcuni agenti di Polizia Penitenziaria e sarebbero avvenuto tra il 2010 e il 2011. Il detenuto è accusato di oltraggio per le accuse che ha rivolto agli agenti. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La psicosi della banda armata di spranghe: ma è solo una fake social

  • VIRUS CINESE | CASO SOSPETTO A PARMA: donna al Maggiore

  • "Fascista di m... ti prendo a schiaffi": candidata della Lega aggredita e minacciata a Sissa

  • Bollo auto, sconti e nuova modalità di pagamento: cosa cambia nel 2020

  • Fontanellato, operaio investito da un muletto: 59enne gravissimo al Maggiore

  • Regionali, a Parma vince la Borgonzoni: Lega primo partito al 36,50%

Torna su
ParmaToday è in caricamento