Piano Città, Iotti attacca: "Riesumano i vecchi progetti del centro destra"

Pizzarotti ha approvato le proposte per il bando che scade oggi, il consigliere comunale del Pd: " Sono i soliti vergognosi contributi a pioggia della vecchia politica nazionale, evidentemente graditi dalla Giunta"

Il cantiere abbandonato del Teatro dei Dialetti

Piano Città. La Giunta Pizzarotti ha approvato ieri, la scadenza era oggi, le proposte da presentare al Governo per richiedere i finanziamenti per il completamento di alcuni cantieri. Massimo Iotti, consigliere comunale del Pd attacca la maggioranza. "Manca totalmente di un progetto complessivo, investe nelle continuità con i progetti del centro-destra".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Mentre tutte le città italiane -sottolinea Massimo Iotti- da tempo stanno lavorando sul piano città, occasione importante per accedere a nuovi finanziamenti, puntando sul valore strategico e innovativo di progetti in grado di ridisegnare il futuro della città, la Giunta Pizzarotti, mancando totalmente di un progetto complessivo e di una idea di città che guardi al futuro, ha pensato bene di proporre solo i progetti abbandonati della vecchia giunta, molti già finanziati di cui non si sa bene né l'utilità né il valore strategico.

Molti erano già stati giudicati inutili dallo stesso Sindaco prima e dopo la campagna elettorale: in questo modo, privi di idee, si riesuma dal cassetto tutto quanto i cittadini di Parma ritengono frutto di una stagione politica da dimenticare. Il piano città è una straordinaria occasione non per i soliti vergognosi contributi a pioggia della vecchia politica nazionale, evidentemente graditi dalla Giunta dei grillini, utili solo a coprire buchi, ma dovrebbe avere il valore strategico di un piano di progetti complessivo, non una-tantum ma l'inizio di un percorso in grado di disegnare il futuro della città.

I progetti devono riguardare, come stanno facendo tutte le città italiane impegnate nel piano, mobilità e trasporti innovativi e non inquinanti, recupero e riutilizzo di edifici strategici di pregio in una strategia di attrattività complessiva, prioritaria la riqualificazione urbana di edifici esistenti che non comprenda nuove costruzioni, puntare alla sostegno strategico a nuovi poli. La Giunta Pizzarotti mostra di non avere idee e di investire nella continuità con i progetti del centro-destra. Per le opere in corso occorre certamente una soluzione, nell'ambito di operazioni serie e rigide di risanamento di bilancio in grado di liberare risorse, ma non si può pensare ad una città che perde tutto il suo patrimonio e non è in grado di proporre niente per il futuro: cinque anni così sarebbero per Parma un rapido ed inevitabile declino

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo decreto: ecco tutte le regole in vigore a Parma da domani

  • Nuovo Dpcm entro il 9 novembre: stretta sulla attività commerciali e gli spostamenti interregionali

  • Pauroso frontale a Castione Baratti: muore una 22enne di Lesignano

  • Nuovo Dpcm in arrivo: cosa cambia a Parma e provincia

  • Verso un lockdown soft dal 9 novembre?

  • Covid: verso un nuovo Dpcm per il lockdown?

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento