menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Neve e apertura scuola, Dall'Olio “Per il Sindaco la colpa è dei social media”

Scuole aperte e neve, il consigliere comunale contesta le scelte dell'Amministrazione: "Qualsiasi problema accada nella nostra città, il Sindaco riesce sempre a trovare un colpevole esterno"

IL COMUNICATO DI NICOLA DALL'OLIO (PD) Qualsiasi problema accada nella nostra città, il Sindaco riesce sempre a trovare un colpevole esterno a lui e alla sua amministrazione, quasi non ne fossero alla guida. Lo abbiamo visto nella vicenda del servizio scolastico dei disabili, dove il colpevole dei tagli era il governo, salvo poi dimostrare con la sua retromarcia che la responsabilità era solo dell’amministrazione. 

Questa volta, per la confusione comunicativa sulla chiusura delle scuole, ad essere messi sotto accusa sono nientemeno che i social media! Secondo il Sindaco la disinformazione di questa mattina è tutta colpa di Internet e dei suoi mezzi di comunicazione che danno a chiunque la possibilità di divulgare notizie false. Ma non era lui, Pizzarotti, il primo promotore dell’informazione via Facebook e Twitter? Non era stato lui, ai tempi dell’alluvione, a spiegarci che le notizie urgenti ora si diffondono con un tweet?

La realtà è che l’incertezza l’ha creata l’amministrazione comunale comunicando alle 6.36 che si stava valutando se chiudere le scuole, salvo poi comunicare alle 8.06 che per evitare ulteriori disagi alle famiglie e ai ragazzi il Sindaco aveva deciso di non chiudere i plessi scolastici. Una locuzione che lascia intendere che si era pensato di farlo, ma che soprattutto arriva a cose fatte, a lezioni già iniziate. Eppure Pizzarotti, con la solita arroganza, ci informa che “nessuno ha mai avuto indecisione” e che, se c’è stata confusione sull’apertura o meno delle scuole, è tutta colpa di Internet e di chi ha divulgato notizie false.

Quanto al piano neve “scattato nelle notte non appena si sono verificate le condizioni per intervenire” ci si domanda chi ha mai verificato queste condizioni. Nevicate come quella di stanotte creano inevitabilmente disagi e difficoltà alla circolazione.

Ma è un fatto che, nonostante il previsto arrivo della “grande neve”, lo spazzamento sia partito con grave ritardo. Sono rientrato alle due di mattina da Bologna e posso testimoniare che non c’era traccia di passaggi e che le principali strade erano pressoché impraticabili, in condizioni molto peggiori dell’autostrada. Via Europa era addirittura bloccata a causa dei camion che non riuscivano a superare il viadotto sulla tangenziale Questo ritardo nell’intervento ha fatto sì che si accumulasse e compattasse neve sulle strade, neve che risulta adesso difficile da rimuovere e che rischia di trasformarsi in ghiaccio. Sarà colpa del meteo imprevedibile? O non è forse venuto il momento di assumersi le proprie responsabilità?

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Inquinamento: via libera ai diesel Euro 4 fino a lunedì 8 marzo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento