menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Piazzale Vittorio Emanuele, la pista ciclabile ostruita dalle auto in sosta

A pochi passi dalla rotonda di via Repubblica i veicoli si fermano frequentemente nella zona riservata al passaggio delle biciclette, per i ciclisti è un disagio quotidiano: "E' tollerato, nessuno interviene"

C'è un tratto di pista ciclabile che è sempre ostruito dalla presenza di automobili che si fermano con una o due ruote nell'area riservata al passaggio dei ciclisti e sembra quasi che si diano il cambio: in Piazzale Vittorio Emanuele II a pochi passi dalla grande rotonda di via Repubblica, proprio dietro la fermata dell'autobus che si trova sulla destra venendo dal centro, la zona verde riservata alle biciclette non è quasi mai percorribile per intero. Durante la giornata i veicoli che sostano, anche se per un breve periodo di tempo, sono tanti e così i ciclisti percorrono o il tratto riservato alle auto (c'è un piccolo parcheggio) o quello riservato ai pedoni: questa scena si ripete quotidianamente.

"Camioncini e auto si fermano abitualmente sulla pista ciclabile impedendo il passaggio di noi ciclisti: lo fanno tranquillamente perchè la situazione è ormai considerata normale e tollerata, nessuno interviene. Poco più in là a volte ci si mettono i vigili urbani per fermare i veicoli che percorrono via Emilia Est ma qui non si fanno mai vedere. Per fortuna accanto alla pista non c'è una strada trafficata ma una piccola area dove circolano poche auto però sarebbe ora che qualcuno intervenisse. Qui ci sono dei negozi, è forse per questo che le auto si fermano".

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Parma usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Ponte Verdi sul Po: chiusura totale domenica 28 febbraio

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Riesplodono i contagi: 164 nuovi casi e 2 morti

  • Cronaca

    Pizzarotti: "Contagi a rimbalzo: dobbiamo tenere duro così"

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento