rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca

Picchia per anni la moglie davanti ai figlioletti: arrestato 47enne

La sera del 20 novembre il marito è tornato a casa ubriaco: ha preso a calci e pugni e trascinato per i capelli la donna, sottraendole anche il cellulare. Ma lei ha avuto il coraggio di denunciare tutto ai carabinieri

Per anni ha dovuto subire angherie di ogni tipo, dalla violenza psicologica a quella fisica, dai maltrattamenti domestici fino ai pestaggi. Dopo l'ultimo episodio però ha avuto il coraggio di denunciare e si è presentata dai carabinieri di Parma, per sporgere denuncia contro di lui, suo marito, il padre dei suoi figli. Ed era proprio davanti a loro, i figli minorenni, che l'uomo, un 47enne perpetrava le violenze contro la moglie, tra le quattro mura della loro abitazione in Oltretorrente a Parma. Per anni lei ha sopportato, impauruta dalle minacce dell'uomo che le aveva promesso ritorsioni nel caso lei avesse detto qualcosa. Ma dopo il 20 novembre qualcosa è cambiato: ha vinto la paura e la mattina dopo l'ennesimo pestaggio la donna ha deciso di rivolgersi ai militari, che le hanno consigliato di sporgere denuncia. Le indagini sono state condotte dalla Procura della Repubblica di Parma ed hanno portato ad un'ordinanza di custodia cautelare in carcere. La sera del 20 novembre l'uomo, rientrato a casa ubriaco ed alterato, ha svegliato la moglie, l'ha offesa, l'ha minacciata e dopo l'ha colpita con calci e pugni, transcinandola anche per i capelli. In seguito a quest'ultima aggressione la donna ha riportato ferite giudicate guaribili in dieci giorni. L'uomo ha anche strappato il cellulare di mano alla donna, per impedire che lei chiamasse le forze dell'ordine. La mattina dopo, anche se il marito ha cercato di dissuaderla dall'uscire di casa si è recata dai carabinieri ed ha raccontato tutto. Ora, dopo anni di violenze e prevaricazioni, potrà dormire sogni tranquilli. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Picchia per anni la moglie davanti ai figlioletti: arrestato 47enne

ParmaToday è in caricamento