Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca

Piena del Po: cessato allarme, ma continuano i controlli nel parmense

Controlli lungo l'asta del Po da Polesine a Colorno. "C'è un'esondazione del Taro in golena a Gramignazzo - ha detto l'assessore Fellini - un fenomeno normale poiché il Po fa fatica a ricevere l'acqua degli affluenti"

L'assessore provinciale Andrea Fellini

Sopralluogo questa mattina dei tecnici di Protezione civile della Provincia di Parma lungo l'asta del Po da Polesine a Colorno. "Le aree golenali aperte si stanno allagando - ha detto l'assessore Andrea Fellini - Il passaggio della piena, molto lenta, è previsto tra le 6 e le 12 di oggi a Piacenza, a Cremona fra le 18 e le 24 quindi a Parma il Po raggiungerà il colmo massimo presumibilmente nella mattinata di domani". A Ponte Becca la piena c'é stata alle due della scorsa notte e i livelli sono lentamente scesi attestandosi alle 10 sui 4,02 metri.

Sale intanto il livello a Piacenza che sempre alle 10 aveva raggiunto i 6.59 metri, mentre a Isola Pescaroli era di 14.49 m, 4.28 m a Casalmaggiore. In nessuno dei casi si è raggiunto il livello 3, quello che indica allarme. "Registriamo una esondazione del Taro in golena a Gramignazzo - ha spiegato ancora Fellini - un fenomeno normale in situazioni come questa poiché il Po fa fatica a ricevere l'acqua degli affluenti". I rilievi delle piogge della notte non evidenziano dati significativi: i millimetri caduti sui bacini di Parma, Baganza e Taro sono tutti compresi fra i 20 e 30 millimetri.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piena del Po: cessato allarme, ma continuano i controlli nel parmense

ParmaToday è in caricamento