Cronaca

Pilotta, pusher nigeriano in fuga: scaglia la bici contro i carabinieri

I carabinieri di Parma hanno arrestato lo spacciatore presso il ponte Verdi. Il giovane aveva addosso 9 grammi di marijuana e 450 euro. Tra i fermi effettuati nel weekend anche uno straniero che urinava sui muri della Pilotta

Un weekend non di riposo per i carabinieri di Parma. I militari hanno effettuato una serie di controlli ad ampio raggio su tutto il territorio portando a termine una serie di arresti e fermi legati tutti allo spaccio di droga nel pieno centro storico della città.

FUGA CON LA BICI – Ha provato a scappare in sella alla sua bici e quando ha visto che era troppo tardi ha scagliato il mezzo addosso ai militari cercando di intralciare l’inseguimento. Un nigeriamo di 24 anni residente a Mantova è stato arrestato sabato sera dalle forze dell’ordine mentre cercava di piazzare della marijuana. Lo spacciatore è stato intercettato nei pressi della Pilotta proprio nel momento della vendita.

Alla vista delle forze dell’ordine il pusher si è dato alla fuga in sella alla sua bicicletta. Inseguimento quasi rocambolesco che ha avuto fine nei pressi del ponte Verdi. Il nigeriano è stato trovato con addosso 2 telefoni cellulari, 450 euro e altri 9 grammi di marijuana. Il processo per direttissima ha convalidato l’arresto a 2 anni e 6 mesi. Una pena “scontata” in quanto il giovane pusher, con alle spalle precedenti simili, non ha potuto beneficiare delle attenuanti e per questo ha richiesto il rito abbreviato. Il compratore ha fatto perdere le sue tracce lasciando cadere i 2 grammi di marijuana, bottino ritrovato successivamente dai carabinieri.

COLTELLI DA LAVORO – Alle 22,30 di sabato 16 marzo due giovani sono stati fermati dai carabinieri con addosso 2 coltelli di genere proibito, molto probabilmente usati per tagliare hashish. Il primo, un senegalese è stato fermato nei pressi del Parco Ducale. Il secondo un giovane classe ’93 di Cariati ma residente a Parma è stato fermato in via Taro.

Nella giornata di venerdì 15 in via Trento i militari hanno fermato due parmigiani intenti a spacciare 34 grammi di marijuana. Il primo è un ragazzo del 91 che lavora presso l’Università di Parma, il secondo invece è un operario. Al momento è in corso la convalida d’arresto per il giovane ragazzo in quanto l’operaio ha deciso di prendere su di sé la paternità del reato.

Gli arresti non hanno colpito solo i produttori ma anche i consumatori. Nella mattinata di domenica 17 marzo infatti i militari hanno fermato due ragazzi in piazzale della Pace mentre facevano uso di sostanze stupefacenti. Il primo, un parmigiano classe '76 e il secondo un nigeriano classe 91. Per loro solo una segnalazione, nessuna denuncia. Sempre nella serata di domenica, in Pilotta è stato ritrovato un barattolo contenente 23 grammi di marijuana.

BICCHIERI DI TROPPO – Non più droga ma eccesso di alcol. Questo il motivo alla base dei due fermi effettuati nel weekend dai carabinieri di Parma. Il primo è avvenuto sabato 16 marzo quando verso le 22,30 un ubriaco di origini napoletane è stato fermato per guida in stato di ebbrezza. Più singolare il secondo fermo avvenuto domenica notte ai danni di un senegalese denunciato perché stava urinando sui muri della pilotta in evidente stato confusionale causato dall’eccesso di alcolici.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pilotta, pusher nigeriano in fuga: scaglia la bici contro i carabinieri

ParmaToday è in caricamento