rotate-mobile
Lunedì, 27 Maggio 2024
Cronaca

Apre una piscina e una palestra abusive nella sua abitazione: personal trainer 31enne multato per 2 mila euro

Controlli dei Nas: denunciati i titolari di altre due palestre per non aver revisionato il defibrillatore e per aver aperto un centro medico senza autorizzazione

I carabinieri del Nas, nell'ambito di alcuni controlli mirati a palestre ed impianti sportivi, hanno appurato che un 31enne residente in Parma, istruttore di nuoto e personal trainer, aveva avviato presso la propria abitazione di residenza lo svolgimento di attività motorie di palestra e piscina, senza aver presentato la prescritta comunicazione di inizio attività al Comune, come previsto dalla normativa vigente.

Sulla base degli accertamenti svolti, il Settore Attività Produttive ed Edilizia del Comune di Parma ha emesso un provvedimento di diffida a cessare immediatamente le attività motorie svolte dal personal trainer all'interno della sua abitazione. Tale provvedimento mira a garantire il rispetto delle normative volte a tutelare la sicurezza e la salute dei cittadini. Nei confronti del 31enne i Carabinieri del Nas emiliano hanno contestato una sanzione amministrativa dell'importo di 2 mila euro. 

Nel parmense sono stati deferiti in stato di libertà i legali responsabili di due palestre: il primo, per non aver sottoposto a manutenzione e revisione periodica il defibrillatore in uso; il secondo, per aver attivato all’interno del centro sportivo un ambulatorio medico ove erano presenti apparecchiature elettromedicali per prestazioni fisoterapiche – sottoposte nella circostanza a sequestro penale – in assenza delle previste comunicazioni all’Autorità competente, ovvero il Comune. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Apre una piscina e una palestra abusive nella sua abitazione: personal trainer 31enne multato per 2 mila euro

ParmaToday è in caricamento