Fiere di Parma: l’internazionalizzazione al centro della seconda edizione di Pizza World Show

Pizza World Show: fissata l’agenda di Fiere di Parma degli appuntamenti oltreconfine per rafforzare i brand della tradizione italiana all’estero e aiutare le imprese a fare sistema. Brasile prima tappa.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

Pizza World Show, la manifestazione annuale dedicata alla filiera della pizza e al mondo Ho.re.ca, che ha registrato nella sua prima edizione 20.000 visitatori, un centinaio di espositori e un pubblico di buyer estremamente profilato, si prepara all'edizione 2014, in programma dal 7 al 9 aprile, con le specificità che l'hanno resa un importante appuntamento nel panorama italiano arricchite da investimenti, iniziative promozionali e una rinnovata vocazione all'internazionalità per creare un prodotto ancora più in linea con le esigenze degli operatori del settore.

Obiettivo dell'evento sarà infatti quello di proporre il prodotto italiano all'estero, nei paesi in forte crescita dove spesso imitazioni e falsi occupano indebitamente i mercati.

Ed è proprio dai mercati in crescita come il Brasile (30 mln di pizze al mese nella sola città di San Paolo) che è partita la strategia di incoming sui grandi buyer stranieri della squadra di Fiere di Parma che ha fatto il suo debutto al Fispal Food Service, la principale vetrina dell'agroalimentare di San Paolo, allestendo nei giorni della manifestazione - dal 25 al 28 giugno - uno stand che ha già consentito di intercettare e stringere accordi con i player locali più dinamici.

In autunno si replicherà a Colonia, con Anuga, e a Shanghai, col FHC Cina. Altre importanti tappe della missione internazionale, che consentiranno al quartier generale della Food Valley di instaurare relazioni di business con i key decision maker del mondo Ho.re.ca, sono Parigi, Dubai, Las Vegas, Amsterdam e Tokyo.

"Il nostro impegno è aiutare le imprese italiane a "fare sistema" sostenendole in quel percorso di crescita nell'export di cui il Paese ha bisogno mettendo a loro disposizione la piattaforma delle relazioni internazionali sviluppate da Fiere di Parma e al contempo professionalizzare sempre di più i piccoli produttori di qualità garantendo loro importanti occasioni di incontro. Sono queste - afferma Roberto Giacomin Brand Manager di Pizza World Show - le nostre direttrici di sviluppo per diventare un asset di primo piano per la promozione del real italian food nel mondo".

Sono stati intanto confermati gli accordi con i partner che hanno contribuito a lanciare la manifestazione nel gotha mondiale della Pizza e che, anche nella prossima edizione, contribuiranno a valorizzare ulteriormente la proposta contenutistica del Pizza World Show con una serie di incontri e iniziative formative: Fipe, l'Associazione Verace Pizza Napoletana e i Consorzi della Mozzarella di Bufala Campana Dop e del Pomodoro San Marzano.

Rinnovato anche l'accordo con gli organizzatori del Campionato Mondiale della Pizza, la più importante manifestazione del settore che riporterà al Palacassa di Parma il suo format di successo per incoronare, nella sua 23° edizione, il pizzaiolo campione del 2014.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento