menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tavolo con il Ministero dei Beni Culturali, l'Anci nomina Federico Pizzarotti

Il presidente Piero Fassino ha infatti nominato Federico Pizzarotti quale componente all’interno del “tavolo permanente” istituito fra Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo

Nuovo fondamentale incarico per il sindaco di Parma all’interno dell’ANCI, dopo che già era stato chiamato a far parte dell’Esecutivo nazionale  e della Conferenza  Stato - città. Il presidente Piero Fassino ha infatti nominato Federico Pizzarotti quale componente all’interno del “tavolo permanente” istituito fra Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e Associazione Nazionale dei Comuni Italiani “per la tutela e la valorizzazione dei bene culturali, per la promozione della cultura e per il rilancio del turismo”. 

Gli obiettivi del Tavolo. Insieme a lui, siederanno al Tavolo, in rappresentanza dell’ANCI, i sindaci di Lecce, Rimini e Assisi, e gli assessori alla cultura di Torino e alle relazioni internazionali di Firenze. La comunicazione delle nomine è già sul tavolo del ministro Dario Franceschini, che provvederà ad attivare la nuova istituzione. Gli obiettivi assegnati al tavolo di lavoro sono diversi e ambiziosi: integrazione fra strutture statali e civiche su orari dei musei, mostre biglietti integrati, campagne di promozione  per mostre ed eventi, incentivazione delle donazioni private per la cultura, offerta turistica, progetti comunitari e reti bibliotecarie.

Tutto ciò cade in un momento molto importante per il territorio, dal momento che Parma, nell’ultimo anno, ha visto crescere il turismo del 3%, con una crescita del 9% nei primi 5 mesi del 2014 rispetto agli stessi del 2013. Il commento di Pizzarotti: “Stiamo puntando molto sul turismo e sulla cultura del territorio – spiega Pizzarotti  -. Crediamo infatti che un rilancio del settore possa portare profitto e crescita in un periodo in cui, a livello generale, il Paese sembra essere in difficoltà. La nomina è un chiaro successo di tutta Parma – conclude commentando il nuovo incarico istituzionale -. Adesso dobbiamo essere bravi a portare al Ministero nuove idee e progetti, per rilanciare un settore che ha bisogno di essere valorizzato, a Parma come in Italia”.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Prenotazioni per chi ha dai 60 ai 64 anni: a Parma 28 mila persone

Attualità

Vaccino dai 60 ai 64 anni: a Parma 7.400 prenotazioni

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Parma, sì ad altre riaperture. E da metà maggio coprifuoco posticipato

  • Cronaca

    Covid: 134 contagi e 2 morti

  • Cronaca

    Omicidio di via Volturno: Patrick Mallardo non risponde al Gip

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    "Interno Verde": alla ricerca dei giardini segreti di Parma

  • Attualità

    Un nuovo pulmino per la Pubblica in nome di Tommy

Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento