menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Animalisti contro Pizzarotti: "In piazza per accattare voti?"

Gli attivisti accusano: nel programma si dice "impedire nel territorio comunale l'insediamento di laboratori che praticano la vivisezione". L'8 maggio partecipò a un presidio ma il 23 luglio visitò la Chiesi Farmaceutici

Gli animalisti contro il sindaco di Parma Federico Pizzarotti. Dure le parole di un'attivista. "Manifestò in piazza solo per accattare voti". A pochi giorni dal voto per il ballottaggio che lo vedeva contrapposto al candidato Vincenzo Bernazzoli l'aspirante sindaco partecipò l'8 maggio ad un presidio animalista contro l'allevamento di Green Hill, esprimendo solidarietà agli attivisti.

Tra i punti del programma del Movimento 5 Stelle anche uno dedicato agli animali, che probabilmente ha spinto molti attivisti a votarlo. "Rendere pubblico il diniego alla vivisezione e nell'ambito delle normative vigenti impedire nel territorio comunale l'insediamento di laboratori e di aziende sia pubbliche che private che praticano la sperimentazione animale. Vietare la sosta a circhi e spettacolo itineranti che facciano utilizzo di animali esotici. Varare una delibera che bandisce animali come delfini, elefanti, foche, giraffe, ippopotami, rapaci, rinoceronti e tigri".

"Dopo le dichiarazioni apparse sul sito del Comune -si legge nella lettera di Elisabetta Friggeri- ci chiediamo se manifestò in piazza solo per raccattare voti".  L'episodio contestato dagli animalisti è la visita del sindaco Pizzarotti e dell'assessore alle Attività Produttive Cristiano Casa al nuovo centro di ricerca della Chiesi FarmaceuticI.

"Va comunque tenuta in seria considerazione -prosegue la lettera- il fatto che l'industria farmaceutica nella città di Parma ha una forte influenza , e la stessa Chiesi riveste ormai il ruolo di multinazionale del farmaco e della ricerca. Basti pensare che nella sola Parma impiega 300 ricercatori assunti in pianta stabile, più tutte le altre maestranze. Recentemente la Chiesi ha ampliato la sua azienda costruendo un nuovo polo tecnologico e di ricerca, inaugurato in pompa magna da due ministri del precedente governo".

"Quindi Pizzarotti, visti anche tutti gli altri gravi problemi che impegnano Parma , deve per forza di cose fare buon viso a cattivo gioco. Anche perchè la Chiesi , non molto tempo fa, ha ventilato l'ipotesi del suo trasferimento in territorio Francese se a Parma non avesse trovato aperture e piani di sviluppo e ampliamento. Ma non eludere da parte del Sindaco il suo programma anche se d'altro canto il programma elettorale di Pizzarotti, riporta un punto riguardante la vivisezione e il benessere Animale. Ma di sicuro si è ben guardato di parlare di sperimentazione su modello Animale. Astuto, cauto ma attaccabile".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Fidenza Village: aperta una cantina con cucina Signorvino

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Coronavirus, a Parma 176 casi e un decesso

  • Cronaca

    Ritrovato il corpo di Andrea Diobelli

  • Cronaca

    Montagna stregata: altra vittima sul Marmagna

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento