menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pizzarotti | Bilancio tra proteste, contestazioni e 'fronte interno'

Nella sala del Consiglio Comunale la sera del 23 aprile il sindaco Federico Pizzarotti presenterà il bilancio di metà mandato. L'uomo nuovo' parmigiano, eletto a furor di popolo, ha dovuto fare i conti con la gestione del potere: tra proteste, manifestazioni, scomuniche e contestazioni interne

Nella sala del Consiglio Comunale la sera del 23 aprile il sindaco Federico Pizzarotti presenterà il bilancio di metà mandato con l'indicazione delle azioni amministrative che la sua giunta metterà in campo da oggi al 2017. Il sindaco ha scelto la Giornata delle Trasparenza, rivendicando un ruolo attivo dell'Amministrazione della città su questo tema. Ma nel corso di questi anni di Governo cittadino a 5 Stelle l'opposizione al sindaco, le proteste, le critiche si sono moltiplicate, sia sul fronte 'interno' che su quello 'esterno'. Se i movimenti ed i Comitati che avevano in qualche modo determinato il successo di quel che sembrava l''uomo nuovo' parmigiano - dopo il disastro e le inchieste giudiziarie che hanno travolto la Giunta Vignali, nel corso dei mesi e poi degli anni gli stessi Comitati hanno maturato un'idea di critica nei confronti dell'Amministrazione, che si è sempre difesa accusando gli 'oppositori' di essere influenzati dall'opposizione. Sul fronte interno il consigliere 'ribelle' Mauro Nuzzo ha dato del filo da torcere a Pizzarotti, così come altri consiglieri su questioni specifiche, non sempre allineati alla linea del sindaco a 5 Stelle. Poi le aspre polemiche con Beppe Grillo, le critiche, le 'scomuniche' dal blog. 

Ma la questione dei tagli al settore Welfare, voluti dal Governo, hanno travolto l'Amministrazione Pizzarotti e l'assessore Rossi che, insieme al sindaco Pizzarotti, hanno subito le contestazioni di genitori, educatori, insegnanti per il servizio di integrazione scolastica dei disabilie per la 'riorganizzazione' delle strutture per l'Infanzia. Una lotta non ancora conclusa, nonostante una prima vittoria di pochi giorni fa con la decisione di ripristinare il bando per l'integrazione per un anno e rinnovabile per un altro anno. La fiaccolata silenziosa di 2 mila persone organizzata dai Genitori Infuriati aveva già inferto un duro colpo alle scelte amministrative della giunta a 5 Stelle: le proteste, gli incontri, i presidi, le contestazioni, le lettere delle mamme hanno fatto il resto, provocando il rientro - in toto - del piano di tagli. Dalle 20.30 il sindaco elogerà le azioni della sua Giunta ma poche ore prima i cittadini, genitori, educatori e lavoratori scenderanno nuovamente in piazza dalle 17.30 -come tante volte hanno fatto in questi mesi in difesa del Welfare- per chiarire cosa intendono per Trasparenza. Alle 20 in piazza anche il Movimento Nuovi Consumatori che contro il sindaco ha avviato, da tempo, una campagna in merito agli autovelox e a Parma Gestione Entrate, che sta proseguendo a colpi di sentenze del Giudice di Pace e di querele: un altro fronte di contestazione che il primo cittadino ha dovuto affrontare in questi anni. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Parma scongiura la zona rossa: restiamo arancioni

  • Cronaca

    Covid, record di casi a Parma: + 234 e 5 morti

  • Cronaca

    Parma in zona rossa: oggi si decide

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento