menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pizzarotti si 'toglie' dai giochi e conferma i viaggi: dal 4 giugno in Cina

Il primo cittadino, nonostante le polemiche in seguito all'avviso di garanzia e alla sospensione dal Movimento 5 Stelle, ha confermato i suoi viaggi già programmati

I viaggi erano già programmati e sono stati confermati ma le trasferte del sindaco Pizzarotti a Corfù, fino al 19 maggio e quella del 4 giugno in Cina avranno il merito involontario di sospendere, almeno per il momento, le polemiche più furenti in città, all'interno del Movimento 5 Stelle e con le opposizioni in Consiglio comunale. Pizzarotti, nonostante l'avviso di garanzia e la sospensione dal suo Movimento, con in appendice il probabile divieto di utilizzo del simbolo, ha confermato i viaggi istituzionali. 

LA NOTA DEL COMUNE DI PARMA - Il sindaco, Federico Pizzarotti, ha visitato nei giorni scorsi la Bielorussia e nei prossimi gironi sarà a Corfù. “I rapporti internazionali sono un fatto importante – ha affermato Federico Pizzarotti nel descrivere alla stampa la missione in Bielorussia e nell'annunciare la partenza alla volta dell'isola greca – nei giorni scorsi ho avuto modo di conoscere dal vivo i progetti di solidarietà dall'associazione Help for Children a favore della popolazione colpita dalle radiazioni della centrale di Chernobyl, in particolare dei bambini, ed ho avuto numerosi incontri con le autorità bielorusse, riscontrando molto interesse, soprattutto dal punto di vista dei possibili scambi economici. A Corfù, invece, andremo con l'Associazione Nazionale Divisione Acqui. Porteremo un'ambulanza donata tramite l'Assistenza Pubblica, renderemo omaggio al monumento ai caduti italiani e parteciperemo alla cerimonia con i capi di stato maggiore degli eserciti di Italia e Grecia. E le nostre missioni avranno un seguito importante il 4 giugno, quando saremo in Cina assieme a tutte le altre città creative riconosciute da UNESCO”. 

Bielorussia - L'occasione per il viaggio in Bielorussia è legata al 30° anniversario del disastro nucleare di Chernobyl ed il viaggio, che si è svolto con i rappresentanti dell'Associazione Help for Children Parma, guidati dal presidente Giancarlo Veneri, ha avuto come obiettivo quello di consolidare i rapporti già in essere tra la città di Gomel in Bielorussia e Parma, dove ogni anno vengono ospitati per scopi terapeutici centinaia di bambini provenienti dagli orfanotrofi e strutture di cura di quella zona, colpita dalla nube tossica di Chernobyl. Il viaggio si è svolto tra lunedì 2 maggio e sabato 7 maggio e ha visto la sottoscrizione dell'accordo tra la città  di Gomel e la città di Parma. Si tratta di un accordo sul commercio, la cooperazione economica, scientifica – tecnica e umanitaria. Le due città, infatti, sono accomunate dal desiderio di stabilire relazioni amichevoli e durature per espandere la cooperazione bilaterale. Tra gli obiettivi, quello di sviluppare il commercio e le relazioni economiche, facilitando la cooperazione nel settore industriale, edile, agricolo, commerciale e per la parte degli investimenti. Nell'accordo sono contemplate anche lo scambio di esperienze, informazioni e l'applicazione delle moderne tecnologie, della scienza e dello sviluppo delle infrastrutture regionali. Rilievo rivestono anche le relazioni in materia di istruzione, cultura, sport e turismo per favorire interscambi a livello turistico, di organizzazioni giovanili e sportive. 

Diverse sono state le visite e gli incontri istituzionali. Il sindaco ha fatto tappa agli internati (si chiamano ancora così) di Ulokovie e Babici, e al reparto pediatrico dell'ospedale clinico psichiatrico dove sono stati distribuiti biscotti e merendine donate dalla Barilla. Tappa anche all'ospedale radiologico, al centro Mayflower, all'associazione diabetici, alla scuola Strukacev nella provincia di Korma, a quella di Kamenka, alla scuola per audiolesi ed al centro di riabilitazione disabili di Rechitsa.  Attenzione anche al tema dei rifiuti, nei villaggi di Chechersk e Korma, infatti, sono stati avviati dei progetti di raccolta differenziata: Iren ha donato 100 contenitori per la carta e altrettanti per la plastica. Il viaggio è culminato con la sottoscrizione dell'accordo tra la città di Gomel e Parma. ”E' stata una missione straordinaria – ha commentato il presidente di Help for Children Giancarlo Veneri – a forti tinte istituzionali e con interessanti contatti dal punto di vista economico. C'è un clima di attesa e di speranza, generato da questo viaggio, che traduce il nostro sforzo di trasformare il progetto dalla solidarietà all'amicizia produttiva”.Corfù

Il viaggio a Corfù sarà incentrato sul tema della memoria e intende dare seguito ai contenuti dell'accordo sottoscritto tra la città di Parma e la città di Kerkyra nell'aprile del 2015. La missione avrà luogo dal 16 al 19 maggio. Ad essa parteciperà, assieme al sindaco, l'assessore alla cultura Laura Maria Ferraris. Si svolge contestualmente al “Viaggio della memoria” promosso dall'Associazione Nazionale Divisione Acqui, che sarà rappresentata dalla Presidente Nazionale Graziella Bettini. Martedì 17 maggio è in programma la manifestazione in memoria dei caduti per la libertà dei popoli, che si svolgerà  prima al Monumento del Milite Ignoto Greco e poi al Monumento italiano situato nel Giardino del Popolo. 

“Dopo l'8 settembre 1943 – ha spiegato Fabrizio Prada dell'Associazione Divisione Acqui - le isole ioniche furono teatro di una cruenta lotta fra le truppe italiane e quelle tedesche che trucidarono centinaia di militari italiani, molti dei quali, come mio padre, si salvarono grazie all'aiuto della popolazione. Alla cerimonia parteciperanno le massime autorità civili e militari, tra cui il console onorario d'Italia a Corfù Giancarlo Bringiotti e i capi di stato maggiore dell'esercito di Italia e Grecia”. Durante la permanenza a Corfù verrà consegnata un'ambulanza donata dall'Assistenza Pubblica di Parma all'Associazione Nazionale Divisione Acqui di Parma che la darà al sindaco di Corfù. Sono previsti incontri al massimo livello tra il sindaco di Parma e l'assessore alla cultura con il sindaco di Corfù Konstantinos Nikolouzos, il vice sindaco e con la delegata alla cultura Manos Raptis per concordare le manifestazioni previste a Parma e a Corfù nei prossimi mesi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Aeroporto: da Parma nuovi voli verso Olbia

Ultime di Oggi
  • Sport

    Altro tonfo, il Parma perde partita e speranze di salvarsi

  • Cronaca

    Covid, salgono i contagi: quasi 200 in 24 ore

  • Cronaca

    Parma torna arancione: ecco cosa cambia da lunedì

  • Cronaca

    Vaccino: al via le prenotazioni per chi ha dai 70 ai 74 anni

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento