menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pizzarotti incontra Merola: "Parma isolata da decenni per le giunte di centrodestra"

Faccia a faccia a Palazzo d'Accursio con il collega di Bologna Virginio Merola. Il sindaco: "Non possiamo più permetterci l'isolamento". E su Cibus ha evidenziato a Merola la necessità di non sovrapporre Fico

Nel primo pomeriggio di ieri il sindaco Pizzarotti ha avuto un colloquiale faccia a faccia a Palazzo d’Accursio con il collega di Bologna Virginio Merola. Al centro dell’incontro la necessità di ricreare sinergie tra le realtà territoriali emiliane dopo due decenni di isolamento parmigiano. Fiere, turismo e trasporti sono stati gli argomenti che hanno interessato i due sindaci. “Per motivi politici che hanno spinto le passate Giunte di centrodestra a isolarsi dal resto dell’Emilia Romagna, Parma ha subito un isolamento che oggi non può più permettersi – queste le prime parole di Pizzarotti al termine dell’incontro -. Se vogliamo rilanciare la nostra città assieme a tutta la Regione è tempo di pensare a politiche condivise e a parlare con tutti gli interlocutori. Non siamo qui per dare continuità all’isolamento, ma per aprirci a nuove prospettive”.

La questione di Cibus. Sul tavolo della discussione il comparto fieristico tra Parma e Bologna. “Abbiamo fondati motivi per tutelare e salvaguardare Cibus, il nostro fiore all’occhiello”, ha spiegato Pizzarotti, che nell’ufficio del Primo Cittadino bolognese ha evidenziato a Merola la necessità di non sovrapporre Fico, il comparto agroalimentare che sorgerà l’anno prossimo al Caab di Bologna, con la Fiera più importante dell’agroalimentare italiano quale è Cibus. “Parma e Cibus non hanno timore di Fico e del suo indotto, ma non possiamo pensare che due realtà così importanti, anziché sostenersi, possano farsi concorrenza. Cannibalizzarsi tra le città è quello che avvenuto fino ad oggi. Io penso ad altro, ad unire forze ed energie per un obiettivo comune: il rilancio dell’Emilia Romagna, che può partire da Parma e da Bologna se le politiche convergono e non si dividono”. 

Questione trasporti. “La dimostrazione che lavorando in sinergia ci guadagniamo tutti – ha continuato Pizzarotti – è data dal salvataggio del nostro aeroporto, che a dispetto di quello di Forlì e Rimini non è stato colpito dalla crisi o dagli scandali”. E proprio la questione dei trasporti è un altro tema caldo affrontato dai due sindaci. “La Mediopadana sta diventando sempre più un servizio fondamentale per Parma. Noi dobbiamo essere bravi ad unirla al nostro tessuto sociale ed economico. Dobbiamo essere bravi anche a portare l’alta velocità nella nostra stazione, ma non è tutto: anche il Verdi può avere grandi potenzialità, se pensiamo al territorio che va tra Reggio e Piacenza. Sul tema dei trasporti l’Emilia Romagna ha bisogno davvero di fare squadra. Sono qui per questo, per rilanciare comparto fieristico, turismo e trasporti”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Giro passa da Parma: ecco le tappe e gli orari

Attualità

Vaccino dai 60 ai 64 anni: a Parma 7.400 prenotazioni

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Coronavirus, a Parma 43 casi e un decesso

  • Cronaca

    Il piano di Patrick: voleva uccidere anche Maria Teresa

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento