La proposta di Pizzarotti su Facebook: "Sanzioni più severe per chi imbratta"

Dal dal profilo Facebook del sindaco: "Nel prossimo regolamento di decoro urbano prevederemo sanzioni più severe per chi sporca, imbratta i muri con scritte o altro"

Arriva dal profilo Facebook del sindaco l'ultima proposta che vorrebbe vedere applicate sanzioni più severe per chi imbratta i muri della città: "Vorrei che sparissero da tutte le città queste forme di affissione abusiva che sporca e deturpa. Nel prossimo regolamento di decoro urbano prevederemo sanzioni più severe per chi sporca, imbratta i muri con scritte o altro. Che ne pensate?".

E alla domanda gli "amici" del social network rispondono dando vita a un dibattito acceso non privo di molti interventi critici. E più di uno proponedi creare spazi per la street art.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Covid torna ad uccidere: muore una donna

  • Aereo precipita a Cremona: muore il pilota 54enne di Fontevivo

  • I Nas di Parma fanno chiudere un bar con il 100% dei lavoratori in nero

  • Il Covid uccide per il secondo giorno consecutivo, muore un uomo: otto casi in più

  • Coronavirus, a Parma altro balzo: 14 nuovi casi

  • Maxi rissa con i coltelli all'alba all'ex Salamini, quattro feriti: due gravi al Maggiore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento