menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bus per i profughi, Pizzarotti: "Rainieri cerca di fare figuracce come Salvini"

"Ranieri della Lega cerca di fare figuracce come Salvini oggi sui condizionatori e fa disinformazione sui bus. Stanno proprio bene insieme". Il riferimento è ad un comunicato del leghista sui bus a Baganzola, dove sorgerà un Centro di accoglienza per profughi

"Ranieri della Lega cerca di fare figuracce come Salvini oggi sui condizionatori e fa disinformazione sui bus. Stanno proprio bene insieme". E' questo il tweet apparso sulla pagine del sindaco Federico Pizzarotti. Il riferimento è ad un comunicato, diffuso nella giornata del 24 luglio, sui bus a Parma e sul Centro profughi di Baganzola, all'interno del quale da settembre saranno ospitate una cinquantina di persone, tutte richiedenti asilo. 

IL COMUNICATO DI RAINIERI - “Gli autobus per i nostri anziani non ci sono, quelli per gli extracomunitari sì. Una follia degna dell’amministrazione Pizzarotti che mette in chiaro come al Sindaco le necessità dei suoi elettori non interessino affatto”.Lo denuncia Fabio Rainieri, segretario nazionale della Lega Nord Emilia e Vicepresidente del consiglio regionale dell’Emilia Romagna con un’interrogazione al presidente Bonaccini. “La frazione di Vicomero, nel territorio del Comune di Parma – spiega Rainieri -, soffre di scarsi collegamenti di traposto pubblico urbano con la città capoluogo durante il periodo estivo in cui sono sospese le attività scolastiche; in particolare, sono solo tre le corse diurne previste dopo le nove del mattino dall’azienda locale di trasporto pubblico, la TEP spa. E nonostante le molte richieste della popolazione, in buona parte anziana, di incrementare la frequenza dei mezzi pubblici, l’amministrazione comunale ha risposto che tutto questo è impossibile perché a causa dei tagli della Regione Emilia-Romagna ai contributi per il trasporto pubblico, non si possono prevedere ulteriori corse di autobus”.

“Una cosa davvero strana – attacca Rainieri -. Nella vicina frazione di Baganzola, limitrofa a Vicomero ma decisamente meglio servita dalle linee autobus di TEP spa, i fondi per l’incremento delle corse si sono trovati. Di più – tuona - in previsione e prima ancora che arrivino i circa 50 migranti assegnati a Parma per l’emergenza profughi, Tep Spa non ha solo provveduto all’incremento del servizio, ma anche all’istituzione di una nuova fermata davanti al centro di accoglienza, inopinatamente individuato dal Comune di Parma in grave disaccordo con la popolazione residente, nella ex scuola di Castelnuovo di Baganzola, a 100 metri di stanza dalla fermata più vicina”.  “A che cosa servono due fermate nel raggio di 100 metri se non a fare un favore agli immigrati? E perché potenziare le corse verso Baganzola quando la necessità era verso Vicomero - si chiede Rainieri -?”. “Per questo – conclude – a Bonaccini chiedo se concorda con il Comune di Parma che non si possono aumentare le comunicazioni tra la frazione di Vicomero e la città di Parma a causa dei tagli fatti dalla Regione Emilia-Romagna ai fondi per il trasporto pubblico e come valuta che un’azienda di traporto pubblico sostenuta con fondi regionali trovi risorse e comunque soluzioni immediate per la comodità di stranieri che non pagano le tasse mentre non risolve gli annosi problemi di residenti contribuenti”.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Ponte Verdi sul Po: chiusura totale domenica 28 febbraio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento