menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sociale, al via il Piano di Zona: le linee per l'assessore che non c'è

E' stato reso pubblico il documento elaborato dai Comuni del distretto per fissare le priorità degli interventi socio sanitari: ma il responsabile del Welfare entrerà in Giunta tra qualche giorno

Sul sociale il sindaco Federico Pizzarotti mette le mani avanti. Prima di nominare l'assessore di riferimento e di delegare quindi le responsabilità per un servizio così importante per la collettività il Comune di Parma infatti ha partecipato alla presentazione del Piano di Zona per la salute ed il benessere sociale, lo strumento utilizzato per fissare le priorità dell'intervento socio sanitario. Nonostante la giunta ancora incompleta il neo sindaco tira dritto.

Ma assicura che entro al massimo due giorni il nome del responsabile del Welfare uscirà pubblicamente. Intanto i soldi sono stati stanziati: circa 87 milioni di euro per tutti gli interventi del 2012. Poco più di 24 milioni per l’Area Anziani; quasi 9 milioni per l’Area Disabili; quasi 50 milioni per servizi socio-sanitari dell’AUSL e azioni di sistema; circa 2 milioni per l’Area Infanzia e adolescenza; circa 1,6 milioni per l’Area Povertà e Inclusione; circa 600 mila euro per l’Area Immigrazione; circa 480 mila euro per l’Area Dipendenze e Salute mentale; circa 100 mila euro per l’Area Giovani.

Il Piano di Zona è un documento elaborato dai Comuni del distretto – Parma, Colorno, Mezzani, Sorbolo e Torrile - accanto ad Azienda Usl e Provincia, in cui vengono delineati gli obiettivi strategici triennali da raggiungere tramite la realizzazione dei servizi e degli interventi socio sanitari. Le aree interessate agli interventi sono il sostegno al reddito familiare e contrasto della crisi economica attraverso il progetto”Fondo sostegno al reddito” che prevede un finanziamento di circa € 500.000,00; i servizi a sostegno dei minori temporaneamente allontanati dai propri nuclei familiari: attraverso il potenziamento del Fondo distrettuale accoglienza minori che prevede un finanziamento di circa € 500.000,00.


Sono inoltre interessate le sequenti aree: il supporto alla domiciliarità, attraverso il progetto “qualificazione degli interventi a favore della domiciliarità” dell’area anziani (con un finanziamento di circa 11 milioni di euro) e il progetto “domiciliarità” dell’area disabili (con un finanziamento di circa 2 milioni di euro); la continuità alle risposte ai bisogni di residenzialità: attraverso il progetto “Qualificazione dei servizi residenziali” dell’area anziani  (con un finanziamento di circa 13 milioni di euro) ed il progetto “Centri residenziali” dell’area disabili (con un finanziamento di circa 3 milioni di euro).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Inquinamento: via libera ai diesel Euro 4 fino a lunedì 8 marzo

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: più di 200 casi ma nessun decesso

  • Cronaca

    Vaccini anti-Covid, a Parma superata quota 50.000

  • Cronaca

    Confartigianato: "A disposizione le nostre sedi per le vaccinazioni"

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento