Cronaca

Pizzarotti: "Teniamo duro altre due settimane: dopo il 3 maggio si può pensare alla fine della quarantena"

Il sindaco in diretta Facebook: "Possiamo iniziare a programmare la fase due"

Il sindaco Federico Pizzarotti ha aggiornato i cittadini durante una diretta Facebook, nel pomeriggio di venerdì 17 aprile. Il primo cittadino ha affrontato diversi argomenti, dalla situazione sanitaria, alla distribuzione delle mascherine, dai buoni spesa all'inizio della cosidetta fase due. "Le guarigioni aumentano più dei nuovi positivi: un dato che aspettavamo da settimane. Ci fa presumere che andare al 3 maggio si può pensare ad una fine della quarantena, una fase due".

Per quanto riguarda invece il numero di decessi invece ha detto: "Ci sono discrepanze tra i vari giorni, i conti si dovranno fare alla fine su dati certi e certificati: da qualche giorno la media sta tornando a quella prima dell'emergenza, ovvero 8-10 decessi".

Per quanto riguarda le mascherine ha sottolineato che "mercoledì è partita la distribuzione delle 80 mila mascherine arrivate: la distribuzione è avvenuta nelle farmacie perchè i pacchetti da 50 ciascuno che ci sono stati consegnati andavano spacchettati. Abbiamo privilegiato alcune fasce deboli, da lunedì apriremo alle persone con disabilità". Per i buoni spesa invece "sono state accettate 3.400 domande, ci cui 2.070 riguardano nuclei famigliari".

"Dobbiamo iniziare a ragionare sulal fase due, fino al 3 maggio dobbiamo rimanere in casa: attendiamo dal Governo le direttive per le categorie prioritarie" ha poi detto il sindaco, aggiungendo di auspicare "l'utilizzo della bicicletta per la bella stagione e l'utilizzo della mascherina per salire sugli autobus. Serve una boccata d'aria per i bambini ma non andate nei parchi". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pizzarotti: "Teniamo duro altre due settimane: dopo il 3 maggio si può pensare alla fine della quarantena"

ParmaToday è in caricamento