menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pizzarotti con Thuram: "Sapesse quante critiche ricevute per la moschea"

Il campione francese, che per 5 stagioni è stato l'idolo dei tifosi del Parma, è tornato in città per presentare il suo libro "Le mie stelle nere - da Lucy a Barak Obama", ed ha volentieri accettato l'invito del sindaco a scambiare quattro chiacchiere in Municipio

E' stato subito feeling fra Federico Pizzarotti e Lilian Thuram. Il campione francese, che per 5 stagioni è stato l'idolo dei tifosi del Parma, è tornato in città per presentare il suo libro "Le mie stelle nere - da Lucy a Barak Obama", ed ha volentieri accettato l'invito del sindaco a scambiare quattro chiacchiere in Municipio: "Anche se non sono tifoso di calcio - ha esordito il sindaco -  ci tenevo a salutarla personalmente perchè trovo la sua iniziativa interessantissima anche per la nostra città".

Nell'incontro, al quale è intervenuta anche il vicesindaco Nicoletta Paci, si è parlato soprattutto del valore della diversità, degli effetti della crisi, che rende tanti più "cattivi", di come cambia il mondo e di quanto sia difficile accettare i cambiamenti e sconfiggere i pregiudizi.
"Sapesse quante critiche ho ricevuto solo perché ho manifestato la volontà di individuare un terreno per la moschea - ha detto Pizzarotti - eppure sarà un luogo di preghiera, ma tutti i cambiamenti sono accompagnati da resistenze, che poi il tempo provvede a stemperare".

Anche in Francia - ha risposto l'ex calciatore - restano elementi di separazione: nonostante le persone di colore siano presenti da diversi secoli, nei libri di scuola non si trova una foto di un nero. Bisogna fare per cambiare, a partire dalla scuola". E la scuola, appunto, potrebbe diventare la ragione di una prossima visita di Thuram a Parma: il vicesindaco glielo ha espressamente richiesto. "In altre città lo abbiamo già programmato - ha risposto Thuram - mi piace parlare con i ragazzi e verrò volentieri anche a Parma, a parlare del mio libro e del perché l'ho scritto". Ma il cambiamento arriverà, "perché la vita è più forte di tutto", hanno concluso al momento di congedarsi Thuram e Pizzarotti".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Prenotazioni per chi ha dai 60 ai 64 anni: a Parma 28 mila persone

Attualità

Prosegue la campagna vaccinale: a Parma quasi 174 mila dosi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    "Interno Verde": alla ricerca dei giardini segreti di Parma

  • Attualità

    Un nuovo pulmino per la Pubblica in nome di Tommy

Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento