Pizzarotti con Thuram: "Sapesse quante critiche ricevute per la moschea"

Il campione francese, che per 5 stagioni è stato l'idolo dei tifosi del Parma, è tornato in città per presentare il suo libro "Le mie stelle nere - da Lucy a Barak Obama", ed ha volentieri accettato l'invito del sindaco a scambiare quattro chiacchiere in Municipio

E' stato subito feeling fra Federico Pizzarotti e Lilian Thuram. Il campione francese, che per 5 stagioni è stato l'idolo dei tifosi del Parma, è tornato in città per presentare il suo libro "Le mie stelle nere - da Lucy a Barak Obama", ed ha volentieri accettato l'invito del sindaco a scambiare quattro chiacchiere in Municipio: "Anche se non sono tifoso di calcio - ha esordito il sindaco -  ci tenevo a salutarla personalmente perchè trovo la sua iniziativa interessantissima anche per la nostra città".

Nell'incontro, al quale è intervenuta anche il vicesindaco Nicoletta Paci, si è parlato soprattutto del valore della diversità, degli effetti della crisi, che rende tanti più "cattivi", di come cambia il mondo e di quanto sia difficile accettare i cambiamenti e sconfiggere i pregiudizi.
"Sapesse quante critiche ho ricevuto solo perché ho manifestato la volontà di individuare un terreno per la moschea - ha detto Pizzarotti - eppure sarà un luogo di preghiera, ma tutti i cambiamenti sono accompagnati da resistenze, che poi il tempo provvede a stemperare".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Anche in Francia - ha risposto l'ex calciatore - restano elementi di separazione: nonostante le persone di colore siano presenti da diversi secoli, nei libri di scuola non si trova una foto di un nero. Bisogna fare per cambiare, a partire dalla scuola". E la scuola, appunto, potrebbe diventare la ragione di una prossima visita di Thuram a Parma: il vicesindaco glielo ha espressamente richiesto. "In altre città lo abbiamo già programmato - ha risposto Thuram - mi piace parlare con i ragazzi e verrò volentieri anche a Parma, a parlare del mio libro e del perché l'ho scritto". Ma il cambiamento arriverà, "perché la vita è più forte di tutto", hanno concluso al momento di congedarsi Thuram e Pizzarotti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Referendum del 20 e 21 settembre: tutte le informazioni sul voto

  • Covid: a Parma sei positività tra il personale scolastico

  • Il Babbo più Bello d'Italia è il parmigiano Alessio Chiriani 

  • Parma-Krause: in arrivo i milioni degli americani

  • Apre un bed and breakfast ma non comunica le generalità dei clienti alla Questura: titolare denunciata

  • Il Covid torna ad uccidere: muore una donna

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento