Pilastro, campo nomadi nel parcheggio: protestano i residenti

Polemiche per il campo nomadi abusivo che popola l'area parcheggio di via La Malfa a Pilastro. I residenti non ci stanno. Arriva anche un'interrogazione dalla Lega Nord alla Provincia

Campo nomadi Pilastro

Continua a suscitare polemiche la presenza di un campo nomadi abusivo a Pilastro in via Ugo La Malfa, nell'area commerciale in espansione, a pochi passi dalle abitazioni. Nonostante lo sgombero risalente a pochi giorni fa, i nomadi sono tornati nell'area del parcheggio per occuparla con le proprie roulottes. Fioccano le polemiche da parte dei residenti di Pilastro, che protestano per i timori relativi alla questione sicurezza e al degrado dell'area. In merito si è espressa anche la Lega Nord che ieri, per voce del consigliere provinciale Massimiliano Cavatorta, ha presentato un'interrogazione in Consiglio Provinciale.

Un'area non idonea alla sosta di mezzi come camper o roulotte quella occupata dai nomadi con conseguenze per il decoro urbano secondo quanto sostenuto dall'interrogazione, dove si cita anche l'articolo 16 della Costituzione in merito alle limitazioni alla libertà di circolazione e di soggiorno per motivi sanitari o nei confronti di individui ritenuti potenzialmente pericolosi.

"Visto che a volte i nomadi, per i loro usi e costumi, si possono considerare persone di dubbia moralità e legalità; è risaputo che i campi nomadi, in particolare se abusivi, creano turbamento sociale nei cittadini residenti nelle vicinanze; la presenza abusiva dei nomadi può creare condizioni igienico-sanitarie a rischio per i residenti nelle vicinanze del campo nomadi abusivo; presumibilmente i membri del gruppo nomade non svolgono attività lavorativa per il proprio sostentamento, si può ritenere che il gruppo sia potenzialmente pericoloso per la vita, il patrimonio degli altri cittadini o per le istituzioni Interroga il Presidente della Provincia per conoscere: se i nomadi presenti a Pilastro sono cittadini dell'Unione Europea, ed in caso contrario, se intende procedere all'immediato allontanamento degli stessi; se, di concerto con l'Amministrazione di Langhirano e le Forze dell'Ordine, intende provvedere alla rimozione, anche mediante carro attrezzi, del campo nomadi abusivo di pilastro, scortando il gruppo fino al più vicino casello autostradale; se intende dare disposizioni alla polizia provinciale di monitorare il territorio, anche in orari notturni, per prevenire future soste abusive sul territorio provinciale; se intende adottare, di concerto con la Procura e i sindaci del territorio, misure atte a rendere inospitale il territorio provinciale per tutti quei soggetti che violano l'art. 16 della Costituzione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dichiarazione dei redditi: dal 1° gennaio 2020 le spese da detrarre non possono essere pagate in contanti

  • Calendario di Miss Nonna 2020: per il mese di agosto c'è una nonna parmigiana

  • "Rimborsi raddoppiati per gli interventi chirurgici", sequestro di oltre 1 milione di euro alle Piccole Figlie: denunciati direttore e dirigente medico

  • Si schiantano in auto contro un tir in A1: muoiono una 24enne incinta e il suocero 76enne

  • Tragedia in stazione: uomo travolto ed ucciso da un treno

  • Più di mille giovani a Noceto per un rave in un capannone abbandonato

Torna su
ParmaToday è in caricamento