menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Ciclabile non conclusa tra Parma e Gaione

Ciclabile non conclusa tra Parma e Gaione

Gaione, la pista che s'interrompe: "Quanti incidenti prima di finirla?"

La 8 che collega Parmma con la frazione si conclude senza segnalazioni dopo il sovrappasso della tangenziale, costringendo ciclisti e pedoni a percorrere chilometri nella carreggiata, teatro di incidenti anche mortali

E' la numero 8 e collega Parma a partire dal Ponte Italia sino alla frazione di Gaione la pista ciclabile oggetto di annose lamentele da parte di numerosi ciclisti. La causa la sua mancata conclusione. A seguito di segnalazioni e lamentele, andando a verificare le condizioni della pista, il primo tratto partendo da via Varese risulta essere a norma con la segnaletica orizzontale, costeggia il Baganza e il tratto attiguo all'argine. Proseguendo in via Baganza costeggiando il torrente la pista prosegue anche se non più contrassegnata dal colore verde ma asfaltata e protetta dal passaggio dei veicoli.

Dopo aver oltrepassato il ponte Navetta la pista prosegue nel parco tra il torrente e via Montanara, qui il tratto è sterrato ma sicuro. In via Montanara la segnaletica è a singhiozzo: nel primo tratto è segnalata ma già prima dell'incrocio con la tangenziale non è più presente, come se si trattasse di lavori ancora da terminare, in alcuni tratti con la pioggia si formano pozzanghere che rendono pericoloso il transito, ragione che porta molti ciclisti a immettersi nella carreggiata assieme alle auto.

La pista muore senza alcuna segnalazione dopo aver passato il sovrappasso della tangenziale, poco prima della fermata dell'autobus. Chi volesse proseguire per Gaione è costretto a farlo immettendosi nella carreggiata, percorrendo chilometri assieme alle auto in un tratto stradale già teatro di incidenti mortali nel corso degli ultimi anni. Nonostante la pericolosità per l'assenza non solo della pista ciclabile ma anche di un marciapiede, non mancano i ciclisti e i pedoni, come testimoniato dalle immagini raccolte, che si avventurano nella carreggiata mettendo a repentaglio la propria sicurezza.

foto: Pisu/ParmaToday

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Giro passa da Parma: ecco le tappe e gli orari

Attualità

Il parco Vezzani torna a nuova vita

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento