Polveriera di Noceto, esplosione mentre disennesca un ordigno: 37enne gravissimo

L'incidente sul lavoro si è verificato nella mattina di lunedì 21 maggio: l'operaio è stato trasportato d'urgenza al Maggiore e ricoverato nel reparto di Rianimazione

Grave incidente sul lavoro nella mattinata di lunedì 21 maggio all'interno della Polveriera di Noceto. Erano da poco passate le 10.30 quando un operaio di 37 anni, che lavora all'interno dello stabilimento del Ministero della Difesa che si occupa del ripristino e demilitarizzazione di munizionamento di artiglieria, è rimasto gravemente ferito da un'esplosione, che lo ha colpito in pieno, provocandogli diversi traumi tra i quali uno ad un arto. Secondo le prime informazioni il lavoratore stava disinnescando un ordigno quando, per motivi in corso di ricostruzione, qualcosa è andato storto ed è esploso.

Sul posto sono arrivati i soccorritori del 118 che hanno trasportato l'uomo al Maggiore: l'automedica è arrivata, insieme ad un'ambulanza, sul posto in pochi minuti, facendo poi ritorno in ospedale. I Vigili del Fuoco hanno messo in sicurezza l'area mentre i carabinieri hanno effettuato un sopralluogo per cercare di ricostruire la dinamica dell'episodio. L'operaio è in condizioni molto gravi: per lui è stato necessario il ricovero del reparto di Rianimazione. La prognosi è riservata. Da alcuni anni la struttura che si trova a Borghetto di Noceto non è più un deposito di ordigni ma viene utilizzata dal Ministero della Difesa per disinnescare le bombe ed i missili, come per esempio le mine antiuomo che arrivano dai Balcani. La Procura di Parma aprirà a breve, come previsto in questi casi, un fascicolo sulla vicenda per accertare eventuali responsabilità. 

Nel 2015 si era verificato un altro grave incidente sul lavoro che aveva coinvolto due operai di una ditta che aveva vinto un appalto del Ministero della Difesa per la demitarizzazione degli ordigni e dei residuati bellici; in quel caso due lavoratori erano rimasti feriti gravemente. Oggi, dopo l'incidente, si torna a parlare di sicurezza all'interno dello stabilimento del Ministero della Difesa dove il rischio di incidente è sempre alto, visto la presenza di ordigni e di missili. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rapina una donna in piazzale Pablo: 19enne gambiano lo insegue e lo fa arrestare

  • Coltellate sul Frecciarossa, sotto choc il parmigiano che ha difeso la donna: " Usata una cinta per fermare l'emorragia"

  • C'è un'altra Parma sotto terra

  • "L'ho sentita urlare e sono intervenuto. Così ho fermato lo scippatore"

  • Truffa del Postamat, la maxi indagine riguarda anche Parma

  • Chiamavano i clienti per offrirgli la droga: arrestati tre pusher

Torna su
ParmaToday è in caricamento