menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'incontro al Centro Giovani Montanara

L'incontro al Centro Giovani Montanara

Ponte Navetta, ecco il progetto: "I lavori finiranno nell'estate 2018"

Pizzarotti, Alinovi e Pietro Baratono, provveditore interregionale opere pubbliche al Centro giovani Montanara: "I lavori dureranno trecento giorni"

Ponte della Navetta. Nel tardo pomeriggio di oggi, venerdì 3 marzo tanti residenti del quartiere Montanara si sono ritrovati al Centro Giovani: in agenda la presentazione dei lavori per il rifacimento del ponte dopo la distruzione, causata dall'alluvione. Il Ministero ha stanziato un milione e 400 mila euro per il progetto: i lavori dovrebbero terminare nell'estate del 2018. Verranno illustrate anche le modalità operative rimborsi per ottenere la liquidazione degli importi autorizzati dal Ministero per i danni causati dall’alluvione da parte dei soggetti privati individuati in apposito elenco elaborato pubblicato dalla Regione Emilia Romagna

.

"Dopo la distruzione del ponte - ha sottolineato Pietro Baratono, provveditore interregionale opere pubbliche- il Ministero ha stanziato un milione e 400 mila euro. Il progetto tradizionale è stato digitalizzato e consente di controllare la struttura in tutte le sue parti. Il progetto è stato approvato il 16 gennaio e ha avuto bisogno di un'opera di finitura: i costi sono arrivati a un milione e settecento mila euro. Stiamo predisponendo le carte per il bando a marzo, vogliamo consegnare i lavori a settembre di quest'anno sperando che la burocrazia ci aiuti e non ci siano contenziosi. Il vantaggio è quello di riuscire a trovare una buona impresa e fare i lavori non sarà un problema. Il ponte verrà costruito sul fiume: i lavori finiranno in primavera/estate 2018: dureranno quindi circa trecento giorni". 

"La giacitura del ponte è identica al progetto di concorso - ha sottolineato l'assessore Michele Alinovi. Era stato promosso dal Comune di Parma ed era quello che i cittadini avevano scelto tramite il punteggio online. L'unico elemento diverso, e non potrebbe essere altrimenti, è la rampa che andava sull'argine del Baganza al quartiere Molinetto, ma non possiamo realizzarlo perché ci sono aree private. Il quartiere avrà anche una pista ciclabile. Non potevamo metterlo a bilancio prima perché senza il ponte non si poteva ragionare".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Al Family Food Fight trionfa Parma con i Dall'Argine

Attualità

Covid: a Parma oltre 124 mila vaccinazioni

Attualità

Crolla il controsoffitto: Duc allagato

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento