menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Poste, prevista la chiusura di 11 uffici nel parmense: l'appello dei sindacati

L'appello dei sindacati per la prevista chiusura di 11 uffici postali nel territorio parmense, per altri 3 ci sarebbe una riduzione dell'orario di apertura. I sindacati: "Sindaci e istituzioni si attivino"

L'appello dei sindacati per evitare la chiusura degli uffici postali del parmense.

COMUNICATO Poste Italiane vuole tagliare 14 uffici postali del parmense. Una scelta sbagliata, che provoca un danno a cittadini, lavoratori e anziani. Chiediamo alle Istituzioni e ai sindaci di attivarsi per far recedere tale scelta. Poste Italiane ha deciso unilateralmente di procedere alla chiusura di una serie di uffici postali nella nostra regione. Sono 81 gli uffici nel mirino, dislocati in 69 Comuni dell’Emilia-Romagna. Nella provincia di Parma, Poste Italiane ha intenzione di chiudere 11 uffici e di ridurre le giornate di apertura di altri 3 uffici postali: in tutto 14 sedi a rischio per i tagli.

Questa decisione provocherà inevitabilmente forti disagi per i cittadini e in particolare per tanti anziani, per i quali gli uffici postali rappresentano un punto essenziale di servizio pubblico per il ritiro delle pensioni e il pagamento delle bollette. Gli uffici postali interessati dalle chiusure e dalle razionalizzazioni sono sparsi in tutto il territorio, dalla bassa alla montagna parmense. Molti di questi sono in aree marginali, già penalizzati dalla loro collocazione geografica. Anche per questo motivo, riteniamo il piano di Poste Italiane una scelta sbagliata, che non tiene conto del parere espresso da Agcom, l’Autorità per il Garante delle comunicazioni, contraria alla chiusura degli uffici postali nelle aree svantaggiate.

Spi Cgil, Fnp Cisl e Uilp Uil provinciali ritengono che ogni sforzo vada fatto per contrastare e studiare soluzioni alternative alla scelta dell’Azienda.
Chiediamo alla Regione Emilia-Romagna, alla Provincia e ai Sindaci dei territori interessati di convocare un confronto di merito con Poste Italiane, per esaminare il problema e definire soluzioni condivise che riducano al minimo i disagi alle popolazioni e alle attività, garantendo continuità ad un servizio essenziale per il territorio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Fidenza Village: aperta una cantina con cucina Signorvino

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Ritrovato il corpo di Andrea Diobelli

  • Cronaca

    Montagna stregata: altra vittima sul Marmagna

  • Cronaca

    Coronavirus, a Parma 157 casi 5 decessi

  • Sport

    Ennesima rimonta, il Parma non sa più vincere: con lo Spezia finisce 2-2

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento