Pranzo solidale, Pane e Vita: “Una seconda possibilità per chi ha perso tutto”

I fondi raccolti dall'associazione grazie alla solidarietà di amici e sostenitori contribuiranno a finanziare i progetti di Pane e Vita in favore dei senza dimora, tra cui la nascita di una cooperativa sociale

Pranzo solidale Paneevita.org

Quasi un centinaio di persone ieri ha animato il casolare nelle campagne Bannone per il pranzo di primavera organizzato da Pane e Vita per raccogliere fondi in sostegno delle attività svolte da oltre sette anni per i senza dimora di Parma. Un ricco buffet e carne alla griglia offerti in cambio di un contributo solidale per permettere ai volontari non solo di proseguire con le attività di sostegno ma progettarne di nuove, tra cui la nascita di una cooperativa sociale e di un piccolo dormitorio. Come spiegato dal presidente dell’associazione, Luigi Martusciello, sono stati raccolti quasi 1000 euro al netto delle spese sostenute: “Il pranzo di ieri è stato un momento di condivisione che ormai si ripete da tempo. Una giornata che ha lo scopo di raccogliere un contributo importante per realizzare i nostri progetti per i senza dimora e per sensibilizzare il maggior numero di persone possibile sulla realtà della povertà a Parma".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Abbiamo un numero crescente di richieste di aiuto, anche tra i cosidetti nuovi poveri, come italiani che hanno perso il lavoro e si ritrovano fuori dalle maglie dell’assistenza classica”. Pane e Vita opera in favore dei senza dimora di Parma da oltre sette anni, autofinanziandosi per fornire cibo, vestiti e un punto di ascolto informale per chi vive nel disagio e ha perso riferimenti. “Non puntiamo sull’assistenzialismo, ma sul dare una nuova possibilità a chi ha voglia di risollevarsi dalle difficoltà vissute sulla strada. La giornata di ieri ha voluto essere un modo per stare insieme per condividere un momento di riflessione tutti insieme. Abbiamo coinvolto in prima persona anche alcuni senza dimora che ormai sono parte attiva e integrante dell’associazione e si espongono in prima persona per aiutare gli altri: questo è già un risultato significativo per tutti noi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Referendum del 20 e 21 settembre: tutte le informazioni sul voto

  • Covid: a Parma sei positività tra il personale scolastico

  • Il Covid torna ad uccidere: muore una donna

  • Aereo precipita a Cremona: muore il pilota 54enne di Fontevivo

  • I Nas di Parma fanno chiudere un bar con il 100% dei lavoratori in nero

  • Welcome, Mister President: al via l’era Krause

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento