Prato Spilla, domenica tra ciaspole e sci con disabili motori e visivi

A Prato Spilla il 23 febbraio la quarta edizione dell’iniziativa dedicata a disabili motori e ipovedenti. Una giornata sulla neve, tra ciaspole, sci di fondo, discesa, slittino e molto altro

Una giornata sulla neve, tra ciaspole, sci di fondo, discesa, slittino e molto altro.​ La giornata di “Confondiamoci sulla neve”, iniziativa di sport e socializzazione dedicata alle persone con disabilità motorie e visive, in programma domenica 23 febbraio a Prato Spilla. Una domenica insieme, nata anche per mostrare come neve e montagna non costituiscano affatto una barriera per la voglia di fare sport dei disabili.

L’edizione 2014, la quarta, è stata presentata oggi in Provincia. Per tutto il giorno ragazzi non vedenti e diversamente abili potranno cimentarsi negli sport invernali, affiancati da maestri di sci, guide e accompagnatori. E l’opportunità vale sia per chi è già andato sulla neve, e magari ha già sciato, sia per chi è al primo approccio assoluto: “Confondiamoci sulla neve” può infatti costituire anche un’ottima occasione per avvicinarsi alla montagna e agli sport invernali.

L’iniziativa vuole essere un’occasione di sport ma anche d’aggregazione: una giornata sulla neve durante la quale incontrarsi, conoscersi, confrontarsi, stare insieme, anche stringere nuove amicizie. L’idea di fondo è proprio quella di un appuntamento in cui persone di età diversa, di genere diverso, di caratteristiche e condizioni diverse si trovino insieme per vivere una giornata di attività sulla neve, “confondendosi” le une con le altre. Tra gli obiettivi anche quello di spingere i ragazzi a sviluppare e consolidare la propria autonomia personale, fondamentale per l’integrazione sociale delle persone con disabilità.

Grazie allo spirito di iniziativa dell’Unione italiana ciechi questa manifestazione si è andata via via potenziando aprendosi al territorio. Abbiamo lavorato molto perché Prato Spilla diventi un punto di attrazione turistica, l’accoglienza e la disponibilità dimostrata è per noi importante perché rendere accessibili gli impianti ai disabili vuol dire renderli accessibili per tutti” ha detto Walter Antonini responsabile dell’Agenzia allo sport della Provincia che ha tenuto a battesimo l’iniziativa fin dal suo inizio.

“Abbiamo scommesso sul futuro di Prato Spilla con un progetto che ci permetterà di realizzare interventi utili al miglioramento energetico della struttura e dell’impiantistica, per la rimessa in funzione dell’ascensore e il restyling di una settantina di camere. Lo facciamo con investimento complessivo che supera i 300mila euro, in parte del Comune, della Provincia e con fondi europei” ha spiegato il sindaco di Monchio Claudio Moretti.“Quella di Confondiamoci con la neve è una iniziativa lodevole – ha aggiunto Gianni Barbieri presidente provinciale del Coni – oltre all’impegno profuso è particolarmente apprezzabile lo spirito di squadra che si è riusciti a mettere insieme per realizzare questa manifestazione”. L’iniziativa infatti vanta il contributo di una pluralità di soggetti a cominciare dall’organizzazione affidata a Unione italiana ciechi e ipovedenti e di Uisp area neve di Parma con il supporto di Parma Sport e Stazione turistica di Prato Spilla. C’è poi la collaborazione del Comune di Monchio, Ausl di Parma, Associazione Va’ pensiero, Ski Race, Polisportiva Gioco, Special Olympics, Libertas Sanseverina, Consorzio di solidarietà sociale, e il patrocinio di Provincia e Comune di Parma.

“L’idea da cui siamo partiti è stata quella di mettere insieme tante persone con problematiche diverse per un’esperienza comune – ha spiegato Michele Fiore presidente dell’Unione italiana ciechi – siamo partiti quasi per gioco e poi credendoci è cresciuta nel tempo, l’anno scorso hanno partecipato in un centinaio e speriamo in questa edizione di averne ancora di più. Abbiamo anche ottenuto la collaborazione del Cai con esperti che ci affiancheranno nello svolgimento della gara”.

Il programma prevede la partenza da Parma alle 8 (pullman gratuito dalla pensilina di viale Toschi) per raggiungere il Rifugio di Prato Spilla intorno alle 10. Lì i partecipanti saranno suddivisi in gruppi e affiancati da maestri, guide e accompagnatori. Potranno dedicarsi a diverse attività: sci di fondo, passeggiate con le ciaspole per il bosco, primo approccio con la neve sulle piste della scuola di sci, discesa, slittino. Alle 13,30 è previsto un pranzo a prezzo convenzionato al rifugio, e dopo il pranzo chi lo vorrà potrà tornare sulle piste per circa un’ora. Alle 17 la partenza da Prato Spilla per il rientro a Parma (arrivo intorno alle 19).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dichiarazione dei redditi: dal 1° gennaio 2020 le spese da detrarre non possono essere pagate in contanti

  • Calendario di Miss Nonna 2020: per il mese di agosto c'è una nonna parmigiana

  • "Rimborsi raddoppiati per gli interventi chirurgici", sequestro di oltre 1 milione di euro alle Piccole Figlie: denunciati direttore e dirigente medico

  • Tragedia in stazione: uomo travolto ed ucciso da un treno

  • Pizzarotti a Salvini: "Ecco il delirio di un uomo, tu non mandi a casa proprio nessuno"

  • Più di mille giovani a Noceto per un rave in un capannone abbandonato

Torna su
ParmaToday è in caricamento