menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

I precari del Regio? Un problema di 'decoro': rimosso lo striscione

Il messaggio "Il Regio è un patrimonio di tutti, non un affare per pochi" capeggiava da tempo di fianco al teatro ed era il simbolo delle proteste dei lavoratori che avevano chiesto la rimozione dei dirigenti

Era il simbolo delle mobilitazioni dei lavoratori precari del Teatro Regio. Lo striscione che capeggiava dal balcone di fianco al teatro con la scritta 'Il Regio è patrimonio di tutti, non un affare per pochi' da ieri non c'è più: un provvedimento burocratico ed applicato in tutta fretta lo ha rimosso. La presenza dello striscione ricordava le recenti proteste dei lavoratori del teatro, in stato di agitazione.


Il Comune di Parma in un lapidario comunicato parla di "ripristino di una situazione di ordine e di decoro urbano".  A fine gennaio l'assemblea dei lavoratori del Teatro Regio aveva chiesto al commissario straordinario Mario Ciclosi la rimozione dei dirigenti. Ma per ora l'unico ad essere rimosso, nel pomeriggio di ieri, è stato lo striscione simbolo della loro protesta.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Giro passa da Parma: ecco le tappe e gli orari

Attualità

L'11 Maggio passa il Giro

Salute

Che cos'è e come combattere la ritenzione idrica

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Coronavirus, a Parma 43 casi e un decesso

  • Cronaca

    Il piano di Patrick: voleva uccidere anche Maria Teresa

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento